.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 66 ospiti collegati
.: Discussione: Il supermercato di Corso Lodi angolo Brenta e il suo parcheggio

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Bruno Alessandro Bertini

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Bruno Alessandro Bertini il 17 Feb 2010 - 11:51
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Do le mie risposte:

1) Ci si va eventualmente in un numero di persone tale da essere convincente solo per il numero e prima che questi possano aver bevuto tanto da non essere più in grado di discutere. Personalmente ho fiducia che abbiano anche loro del buon senso e siano lì per divertirsi. Certo che se nessuno gli dice nulla possono sentirsi autorizzati a fare tutto e di più. Comunque torno a sottolineare che la pressione va fatta in primis sull'esercente che ha tutto da perdere nell'inimicarsi il quartiere: se si va con una proposta sensata un accordo si trova.
2) Stesso discorso del punto uno: in 5 o 6 persone, prima che arrivino i suoi clienti, si va con estrema calma a discutere con lui, e con tono amichevole gli si chiede di mostrare la sua autorizzazione. Sono personalmente disponibile a far parte di questo gruppo di persone.
Poi se è in regola gli si fa una proposta per tenere la situazione entro certi limiti, se non lo è gli si fa capire che o si adegua a una pacifica convivenza o lo si fa sloggiare chiamando il 113.
3) E appunto, una volta appurato che non è in regola e non vuole sentire ragioni (ma io dubito che ciò avvenga) si chiama il pronto intervento che è obbligato ad uscire a fare un verbale. E se sul posto trovano una rappresentanza di cittadini del quartiere faranno di certo il loro mestiere con zelo.

Per le questioni di zona come questa dobbiamo essere in grado noi cittadini di trovare e proporre una soluzione di buon senso: se aspettiamo sempre che siano gli altri a risolvere i nostri problemi allora ci meritiamo tutto il degrado e lo sfascio che sta conquistando il nostro quartiere.
In risposta al messaggio di Giovanni Garofalo inserito il 16 Feb 2010 - 14:45
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]