.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 156 ospiti collegati
.: Discussione: Case Aler: in via Ponale 66 una cancellata per contrastare la microcriminalità

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 2 Feb 2010 - 14:50
Discussione precedente · Discussione successiva

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

CASE ALER. IN VIA PONALE UNA CANCELLATA PER CONTRASTARE LA MICROCRIMINALITA'

Mascaretti: “Non lasciamo soli i cittadini dei quartieri a rischio di degrado e disagio sociale”

Milano, 2 febbraio 2010 – L’assessore alle Aree cittadine e Consigli di zona Andrea Mascaretti ha inaugurato questa mattina, alla presenza dei funzionari Aler, la cancellata contro spaccio e altre attività illecite all’interno del cortile dello stabile di via Ponale 66.
Il Comitato di Gestione e i residenti di via Ponale lamentavano da tempo la presenza di malavitosi nel cortile dell’edificio. I malviventi si erano appropriati del retro dei locali di servizio e dei box inutilizzati e li avevano trasformati nel loro quartier generale per svolgere attività illecite, come spaccio e smontaggio di moto e motorini rubati. Ultimamente la situazione era peggiorata, aumentando il pericolo di degrado e il disagio dei residenti.
Su segnalazione dei cittadini e dopo un sopralluogo nella zona, l’assessore Mascaretti e i rappresentanti di Aler hanno deciso di installare la recinzione che chiuderà definitivamente l’accesso ai locali, negando l’ingresso a persone non autorizzate. Il costo della struttura, a carico di Aler, ammonta a 3.000 euro circa.

“Dall’ottobre scorso – spiega l’assessore Mascaretti – incontro regolarmente i cittadini delle periferie per confermare l’attenzione dell’Amministrazione per i quartieri più disagiati e per tutti coloro che vi abitano e che si sentono soli e abbandonati”.

“L’installazione della cancellata – conclude Mascaretti - è un segnale per dimostrare che nessun angolo della nostra città sarà abbandonato. L’Amministrazione è decisa a intervenire in difesa dei cittadini che vivono nei quartieri a rischio, facendo il possibile per creare condizioni di maggiore sicurezza”.

“Ascoltando le problematiche esposte dagli inquilini di via Ponale 66 - ha aggiunto il Presidente Aler, Loris Zaffra - Aler ha proceduto all’installazione della cancellata, arginando il problema di legalità che colpiva i residenti e contribuendo alla sicurezza del caseggiato. La soddisfazione degli inquilini è per Aler la conferma dello stretto rapporto che ha con i propri residenti, che ha permesso ancora una volta di trovare una soluzione ottimale”.