.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 34 ospiti collegati
.: Discussione: Il Comune di Milano sembra intenzionato a rinunciare alla Difesa Civica a Milano

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 5 Feb 2010 - 16:23
accedi per inviare commenti
Dalla pagina Facebook "Salviamo il Difensore Civico metropolitano", segnalo/riporto:

Oliverio, in verità la cosa non è del tutto positiva, in quanto questo significa che il Comune non intende prendere una posizione politica contro le normative previste dalla finanziaria. Speriamo a questo punto che questa scelta, almeno, faccia si che sia più facile avvallare l'ipotesi della continuità del lavoro del Dr. Barbetta.



Alla cortese attenzione
dr. Manfredi Palmeri
Presidente Consiglio Comunale di Milano
p.c. Capo Gruppi Consiglio Comunale di Milano

Milano 03/02/2010

Oggetto: Difesa Civica Comune di Milano

Con la presente LEDHA, lega per i diritti delle persone con disabilità, esprime la propria soddisfazione per la decisione del Consiglio Comunale di Milano di non smantellare l’Ufficio del Difensore Civico in modo da garantire la continuazione dell’attività di tutela dei cittadini che esso svolge e degli atti che hanno portato l’Ufficio della Difesa Civica a poter riprendere il lavoro ordinario.

Siamo altresì convinti che la campagna intrapresa da LEDHA, per una volta una associazione di persone con disabilità si fa promotrice di una battaglia per i diritti di tutti i cittadini milanesi, debba continuare perché crediamo che un importante Comune come quello di Milano, storicamente capofila della battaglia per il riconoscimento delle autonomie locali, debba esprimere una posizione politica nei confronti di un provvedimento ingiusto nei confronti dei cittadini e non rispettoso dell’autonomia degli Statuti comunali.

Il rinvio di un anno previsto dal Governo è positivo ma non risolve il problema di fondo:

o la figura del Difensore Civico non può essere configurata come una carica politica
o il risparmio derivante dalla soppressione dei Difensori Civici comunali risulta insignificante, soprattutto se paragonato all’utilità del servizio da esso svolto.
o in ogni caso una decisione di questo tipo non può essere assunta per via amministrativa ma deve comprendere una modifica dello statuto comunale.

Pertanto ribadiamo i punti della nostra petizione, sperando che il Consiglio Comunale di Milano li voglia fare propri attraverso una approvazione di un Ordine del Giorno in cui:
• si sostenga e si promuova l'istituto del Difensore civico comunale in tutte le sedi istituzionali legislative e di governo, opponendosi alla sua soppressione, soprattutto nelle grandi aree urbane dove i rapporti tra cittadini ed istituzioni sono più complessi, ipotizzando eventualmente un accorpamento delle funzioni per quello dei piccoli Comuni sul modello dei Distretti.
• si difenda l’autonomia dei Comuni in merito ai contenuti dei propri Statuti.
• si diffonda questo appello attraverso tutti i canali di comunicazione a disposizione affinché l'opinione pubblica sia consapevole della ingiustizia che i cittadini stanno per subire.
LEDHA inoltre, forte dei riscontri positivi avuti in questa poco più di due settimane di divulgazione della campagna (oltre le 1500 adesioni), circa il giudizio positivo che i Cittadini Milanesi danno del lavoro svolto dall’attuale Difensore Civico, Dr. Alessandro Barbetta, ci auguriamo che per una volta, in occasione del rinnovo della nomina del Difensore Civico di Milano, i partiti politici facciano un passo indietro e invece di proporre, seppur legittimamente, ognuno una o, addirittura, più candidature, si giudichi nel concreto il lavoro fatto sinora dall’Ufficio del Difensore Civico e si ascolti la voce della società civile e dei semplici cittadini che chiedono una rinomina bipartisan del Dr. Alessandro Barbetta.

Porgiamo i più distinti saluti.

Fulvio Santagostini
Presidente LEDHA
In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 5 Feb 2010 - 15:35
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]