.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 98 ospiti collegati
.: Discussione: Una via a Craxi: non è momento di riabilitazioni

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Alberto Liati

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Alberto Liati il 20 Gen 2010 - 22:54
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Ed eccoci al capitolo finale: la dimostrazione definitiva che i cittadini ormai non contano più nulla (ma qualcuno aveva ancora qualche dubbio?).

La targa, la dedica o cosa diavolo decideranno di dedicare ad un condannato in via definitiva e latitante si farà.

Il sindaco ha deciso che la letterina del presidente della repubblica esprimeva la volontà dei cittadini di procedere con la commemorazione (ma dove sta scritto?).

Il sindaco e i promotori dell'iniziativa non si sono fatti vedere né qui né in nessuno dei forum o dei blog nei quali si discuteva (ritengo più che civilmente) la questione.

I "politici" si sono guardati bene dallo sbandierare qualsivoglia "sondaggio" che testimoniasse se i cittadini fossero o meno d'accordo.

I sondaggi di alcuni quotidiani hanno sempre e comunque dato il NO fra il 70% e l'80%.

I cittadini, se non vogliono essere accusati di essere comunisti, "istigatori di odio" o sovversivi, possono solo applaudire ad una classe politica autoreferenziale (che se la canta e se la suona insomma), lontana da tutto e da tutti, vicina ai cittadini solo nelle noiose conferenze stampa nelle quali le domande sono prestampate e le risposte preconfezionate e sempre uguali.

E tutto cade nel dimenticatoio, tutto si stempera nella noia, anche thread come questo languono fra i pochi messaggi inviati sempre dalle stesse persone che già sanno che non riceveranno risposte da quei "politici" che si riempiono la bocca di partecipazione solo quando questa significa ricevere applausi fasulli in fasulle occasioni pubbliche.

Come ben ricorda lei, gentile Oliverio, il suo "punzecchiarmi" in un altro forum mi ha fatto partecipare a questo.
Mi ha fatto scrivere nel thread sul traffico.
Mi ha fatto scambiare messaggi con altri partecipanti.
Purtroppo mi ha fatto anche capire che la lotta è impari.
Che ormai non vedo soluzioni all'arroganza di un potere così scollegato dalla società civile e così triste e vuoto nel perorare solo le proprie cause, solo i propri "eroi", solo i propri interessi.

Scusate lo sfogo ma oggi, anche a causa di un altro schiaffo ai cittadini onesti (il primo passo del processo breve), sono molto ma molto pessimista sul futuro di questa italia.
Sono pessimista sulle possibilità di cambiare.
Sono arrabbiato con i miei connazionali che ingoiano tutto lasciando questo paese ad una lenta agonia.
Sono imbufalito contro coloro che mentono sapendo di mentire.
Sono inc.... come una bestia nei confronti di coloro che dovrebbero far domande e non le fanno.

Vabbé ragazzi, scusate tutti. E' solo la vecchiaia che avanza.

L'unica consolazione saranno i writers...sono certo che sapranno fare un buon lavoro sulla lapidina.

Saluti

Alberto
In risposta al messaggio di Alberto Liati inserito il 19 Gen 2010 - 12:02
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]