.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 35 ospiti collegati
.: Discussione: Una via a Craxi: non è momento di riabilitazioni

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Antonella Fachin

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Antonella Fachin il 10 Gen 2010 - 17:40
accedi per inviare commenti
Un amico ha svolto queste considerazioni, rivolte a coloro che si considerano socialisti e non comprendono (!!) il nostro NO a una via a Craxi.

Cordiali saluti a tutte/i
Antonella Fachin
Consigliere di Zona 3
Capogruppo Uniti con Dario Fo per Milano
---------------------------------------------------
una via a Craxi?
Il partito socialista ha avuto una storia gloriosa, prima del fascismo ha governato benissimo Milano, dotandola di aziende comunali che davano reddito e consentivano di finanziare molti servizi. Nel secondo dopoguerra ha mutato gradualmente posizione, dal Fronte Popolare al centrosinistra: ha fatto bene? ha fatto male? In tutti i casi, ha saputo esprimere un segretario del tutto integro come De Martino.
Chi oggi si dice socialista, deve scegliere tra questa tradizione e la svolta antropologica impressa da Craxi, dapprima al partito socialista, poi indirettamente al PCI.
Secondo me, che ho ben conosciuto il primo socialismo, Bettino Craxi non ne faceva parte, si è travestito da socialista per calcoli opportunistici. Fondamentalmente, per raqggiungere quei fini (anche personali) che sono emersi con Berlusconi, al quale ha notoriamente aperto la strada. Se posso essere franco, intestargli una via è un modo per autoassolversi dal malgoverno e suona come una istigazione a delinquere.
E siccome occorre ripristinare una pratica politica intesa come servizio alla collettività, e quindi da esercitare in modo del tutto trasparente e moralmente ineccepibile, opporsi all'intestazione è un dovere morale.
In risposta al messaggio di Enrica Noseda inserito il 10 Gen 2010 - 15:41
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]