.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 43 ospiti collegati

.: Eventi

« Agosto 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

.: Candidati

.: Link

Pagina Personale

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Alessandro Rizzo
Mercoledì, 16 Dicembre, 2009 - 13:02

Il tassello mancante

«Arcigay, nella rappresentazione dei mass media, è diventata la portavoce quasi unica degli omosessuali italiani, la massima proiezione di quella che altrove si chiama a buon diritto “comunità gay”»
(Gianni Rossi Barilli)

Arcigay, dalla sua fondazione a oggi, si è sempre occupata di fare da collante tra istituzioni e popolazione lgbt. Tra i primi atti dell’associazione in collaborazione con il gruppo ABELE abbiamo la stesura della prima opera italiana sull’AIDS, primo passo dell’ARCIGAY per diffondere la conoscenza sul virus HIV e la lotta alla sindrome da immunodeficienza acquisita che all’epoca era diffusissima tra gli omosessuali maschi.

Lo stesso statuto Nazionale palesa la volontà, nell’art.3 dell’atto, di promuovere un’informazione sulle malattie sessualmente trasmissibili, promuovere una sessualità libera e informata attraverso l’educazione sessuale, creare centri di assistenza socio – psicologica verso la popolazione lgbt e svolgere attività di promozione alla salute.

Arcigay se n’è sempre occupata in 25 anni di storia con la quale si posiziona tra i primi promotori di progetti contro l’HIV insieme a LILA e NADIR.

Attraverso un progetto pilota svolto in Toscana in collaborazione con l’USL2 (La discriminazione nell’epoca dell’AIDS, Prevenire le discriminazioni determinate dall' orientamento sessuale o dall'identità di genere, Positivo scomodo) è stato possibile essere il tassello mancante su alcune tematiche chiave che la sanità e le istituzioni in genere tendono a mettere in secondo piano. La Regione ha demandato all’USL2 la creazione di un tavolo tecnico su tematiche LGBT in ambito sanitario.

Attualmente Arcigay è diventata provider ECM - Educazione Continua in Medicina (n° 14723), accreditandosi al progetto Nazionale del Ministero della Salute con l’obiettivo di essere promotrice di progetti formativi verso il personale sanitario su temi non affrontati e strettamente inerenti alla popolazione LGBT.

Il Comitato provinciale Arcigay Ottavio Mai di Torino è stato demandato per gestire la progettazione dell’intero programma formativo Arcigay in ambito ECM, collaborando attivamente con tutti i Comitati Provinciali Arcigay d’Italia.

Obiettivo comune è di promuovere corsi di aggiornamento continuo in medicina per integrare il programma formativo regionale designato da dpi nelle singole Regioni.
Arcigay è presente in tutta Italia con 182.764 iscritti e con 8.020 tesserati in Piemonte. Unico ente in grado di garantire una trasmissione su tutto il territorio di tematiche vicine alle persone lgbt che per noi sono essenziali per la crescita della coscienza del Paese.

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA

Il Programma di Educazione Continua in Medicina riguarda le seguenti figure professionali come da decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, poi integrato dal decreto legislativo 19 giugno 1999, n. 229:
• Farmacista
• Medico chirurgo
• Odontoiatra
• Veterinario
• Infermiere
• Ostetrico
• Infermiere Pediatrico
• Podologo
• Fisioterapista
• Logopedista
• Ortottista – Assistente di Oftalmologia
• Terapista della Neuro e Psicomotricità dell'Età Evolutiva
• Tecnico Riabilitazione Psichiatrica
• Terapista Occupazionale
• Educatore Professionale
• Tecnico Audiometrista
• Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico
• Tecnico Sanitario di Radiologia Medica
• Tecnico di Neurofisiopatologia
• Tecnico Ortopedico
• Tecnico Audioprotesista
• Tecnico della Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare
• Igienista Dentale
• Dietista
• Tecnico della Prevenzione nell'Ambiente e nei Luoghi di Lavoro
• Assistente Sanitario
• Massaggiatore capo bagnino stabilimenti idroterapici
• Ottico
• Odontotecnico
• Puericultrice
• Psicologo

LA NOSTRA EQUIPE
La nostra équipe è formata da personale altamente qualificato; svolgendo una politica di integrazione tra personale appartenente alla popolazione lgbt e professionisti impegnati in ambito ospedaliero e educativo intendiamo armonizzare una conoscenza equa e proficua al fine di migliorare il le capacità degli operatori sanitari appartenenti al programma ECM stesso.

PIANO FORMATIVO PROGETTUALE ARCIGAY TORINO
I titoli sono stati divisi secondo settore DPI “Programmi e Progetti Formativi Regionali Piemonte” Obiettivi Regionali per la formazione piano socio-sanitario

1)GOVERNO DEL SISTEMA
1.5 Sviluppo della ricerca-azione sulle tematiche del benessere organizzativo e dell’empowerment professionale
• Sorgere di patologie organizzative (demotivazione,stress,burnout,mobbing), gestione delle cause e risoluzione relativamente all’orientamento sessuale
• Come evitare le discriminazioni sul posto di lavoro legate all’orientamento sessuale?Esistono delle linee guida?

2)PROMOZIONE DELLA SALUTE E PREVENZIONE
2.3 Sviluppo di competenze relative all’analisi epidemiologica nei dipartimenti di prevenzione
• Malattie sessualmente trasmissibili
a) batteriche
b) virali
c) HIV, terapia e utilizzo principi attivi
d) Formazione e informazione, come comunicare ai pazienti lgbt i rischi relativi alle malattie sessuali, forme di prevenzione/autodiagnosi
2.4 Sviluppo delle competenze relative alla comunicazione e all’ascolto tra gli operatori dei dipartimenti di prevenzione
• Il ruolo del medico nella diagnosi e cura del paziente affetto da malattie sessualmente trasmissibili, allarmi diagnostici e comunicazione tra i dipartimenti specialistici

3)INTERAZIONE SOCIO SANIATARIA E CURE PRIMARIE
3.1. Empowerment del cittadino rispetto al proprio ruolo nel processo di cura
• Trasmettere al paziente lgbt la necessità di visite preventive, metodologie di informazione
3.2 Sviluppo dell’organizzazione dell’assistenza territoriale verso il modello dei gruppi di cure primarie
• Orientamento sessuale nell’adolescenza (Educatore professionale)
• L’orientamento sessuale è condizionato dalla situazione affettiva nella crescita? (Educatore professionale – psicologo)
• Come affrontare la violenza famigliare legata all’orientamento sessuale? (Educatore professionale)
• Trattamento del paziente
• Cambio di genere e comunicazione tra professionista e paziente

4)RETE OSPEDALIERA
4.2 Sviluppo delle competenze e delle capacità di lavoro interdisciplinare tra i professionisti
• Diagnosi integrata, malattie sessualmente trasmissibili e terapie combinate

ALTRI EVENTI RIENTRANTI NEGLI OBIETTIVI NAZIONALI ECM:
• Il sistema nazionale sanitario nell’affrontare la richiesta di assistenza nel cambio di genere
• Operazione chirurgica, transessualità
• Cambio di genere,assistenza psicologica nel passaggio e post operatorio
• Assistenza del paziente depresso e patologia del rifiuto del proprio orientamento sessuale
• Trattamento biologico e coppie di fatto
• Risk management, l’orientamento sessuale può pregiudicare la donazione degli organi?Analisi di laboratorio e dati statistici di rischio
• Trasfusioni, l’orientamento sessuale aumenta il rischio di sangue infetto?
• HIV e malattie sessualmente trasmissibili, dati statistici regionali, nazionali, e europei. Possibili cause di focolai. Come affrontarle?
• Position paper in tema di livello virale, rischio di trasmissione (LILA), comunicazione al paziente infetto
• Discriminazione collettiva relativa all’orientamento sessuale
• Come dissuadere la popolazione lgbt nell’utilizzo di “stupefacenti”, cause diagnosi e problemi correlati
• HIV, cure pagliative e trattamento del malato terminale (Assistenza psicologica integrata da cure mediche)
• Bullismo e orientamento sessuale – “Smonta il bullo”
• Test rapidi HIV e counceling verso il paziente infetto
• Privacy e dati sensibili. Come informare il paziente?

TEMATICHE ECM INTERDISCIPLINARI CON POSSIBILITA’ DI ATTIVAZIONE:
• BLSD – Basic life support defibrillation
• Inglese sanitario
• Legge 81/08 aggiornamento in ambiente sanitario
• Sterilizzazione e risk management – rischio di contagio
• Sistemi di qualità ISO 9001 in ambito sanitario

http://www.arcigay.it/tassello-mancante-accreditamento-ecm