.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 47 ospiti collegati
.: Discussione: Per la costituzione di un circolo "Decrescita Felice" a MILANO

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Fabio Cremascoli

:Info Messaggio:
Punteggio: 10
Num.Votanti: 2
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Fabio Cremascoli il 28 Gen 2010 - 10:11
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Iniziativa "La Decrescita Felice in città" del 24/1/10: report sintetico e impressioni

Il 24 gennaio 2010, in occasione della presentazione del libro di Filippo Schillaci “Vivere la Decrescita”, presso il Negozio Civico di L.go Corsia dei Servi, in centro-Milano, si è tenuto un dibattito pubblico per promuovere il costituendo Circolo milanese del Movimento per la Decrescita Felice. Erano presenti Maurizio Pallante che ha introdotto i lavori rispondendo ad una serie di quesiti sui cosiddetti “universali” della decrescita felice; Giuseppe Leoni, referente Mdf per l’Italia settentrionale, che ha fornito spunti interessanti, di natura pratica, per la costituzione del Circolo milanese; Filippo Schillaci, che ha raccontato la sua esperienza di vita orientata alla paziente “ricostruzione” di un rapporto più pieno e consapevole con la terra (in senso lato), ma anche con se stesso, applicando in pieno i principi della decrescita felice.

E’ seguito il dibattito moderato da Antonella Fachin del gruppo promotore, cui hanno partecipato attivamente diverse persone e in cui si è discusso di varie tematiche: orientamento politico del movimento (Mdf dialoga pacificamente con interlocutori di ogni provenienza politica, religiosa, etnica, purché in sintonia con i propri obiettivi..), possibili sinergie con altri gruppi (partiti, movimenti, G.A.S. ecc.), stili di vita da adottare, possibili ambiti d’intervento in cui promuovere la decrescita felice in città.
Vorrei riportare alcune mie sintetiche impressioni della giornata.

Innanzitutto mi ha colpito la partecipazione numerosa all’iniziativa, che aveva soprattutto l’obiettivo di sondare il terreno milanese. In sala erano presenti sessanta/settanta persone, di cui una cinquantina si è resa disponibile a partecipare in vario modo alla definizione del Circolo.
Mi ha anche colpito che molti tra i presenti hanno subito espresso (esplicitamente o implicitamente) aspettative “alte” nei confronti del movimento, dibattendo anche su questioni contrastanti, se non talvolta contrapposte tra loro.

Idee, malumori, ma anche buoni propositi per il futuro maturati probabilmente da tempo, anche in ambiti affini a quelli della decrescita (gruppi di acquisto, ecologisti, etici, ecc..), vogliono essere espressi attraverso un nuovo canale, un movimento che si pone reali obiettivi di “rinascimento” e che indica anche la strada per raggiungerli, e hanno visto in Mdf il possibile attuatore di questo percorso.

Quello che mi sento di affermare è che chi vorrà aderire ai lavori di Mdf Milano potrà trovare persone aperte al confronto pacifico e alla partecipazione attiva, non al conflitto, né interno, né con altri soggetti. Nei confronti delle istituzioni, il Circolo avrà, ove possibile, un atteggiamento di collaborazione propositiva e porterà avanti le proprie istanze con determinazione, sempre per il bene della collettività.

Si tratta quindi di trovare un punto di stabilità tra le diverse istanze, per instaurare un dialogo costruttivo, che abbia nella sobrietà e nell’equilibrio una modalità di comportamento e d’azione e non solo un principio di fondo.
Il gruppo esteso degli aderenti e simpatizzanti del costituendo Circolo milanese Mdf ha poi deciso che ognuno effettuerà una ricognizione degli spazi disponibili ad ospitare i prossimi incontri operativi.

Tra i primi punti che verranno trattati ci potranno essere la costituzione formale del Circolo, la suddivisione in gruppi di lavoro (che potranno richiamare quelli di livello nazionale: politica, tecnologie, stili di vita) e la definizione di priorità d’intervento su Milano.

Paiono dunque promettenti i propositi iniziali per la buona prosecuzione delle attività.

Ringraziando ancora tutti coloro che hanno partecipato a questa prima iniziativa, vorrei ricordare che chiunque voglia partecipare alla vita del Circolo milanese Mdf o semplicemente essere informato sulle future iniziative del medesimo, può contattarmi all’indirizzo email fornito su questo sito web nella sezione dedicata alla rete dei circoli territoriali.

In risposta al messaggio di Fabio Cremascoli inserito il 14 Dic 2009 - 12:40
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]