.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 61 ospiti collegati
.: Discussione: Abolizione dei Consigli di Zona: Appello al Ministro - eliminiamo i costi non la democrazia

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Giuseppe Goldoni

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Giuseppe Goldoni il 24 Dic 2009 - 14:34
accedi per inviare commenti
Buon Dì a tutti

Come ben sapete è già stata Varata dal Consiglio dei Ministri la Carta delle Autonomie, il provvedimento punta a un riordino e una razionalizzazione del sistema degli Enti Locali.

La Finanziaria approvata accellera su alcuni punti che in ogni caso verranno normati in modo definitivo dalla Carta delle Automonie, che a oggi non ha ancora concluso il suo iter e quindi non è ancora legge.

Dalla stessa (la BOZZA che si può trovare su internet) i Consigli di Circoscrizione come altri Enti Locali vengono ridimensionati o eliminati al di sotto di un certo numero di abitanti, MA NON ELIMINATI del tutto.

Ma questo vi è già stato segnalato dal mio collega Mario Sarina tempo fà.

Quindi prima di gridare al lupo al lupo forse è bene attendere l'approvazione definitiva della Carta delle Autonomie, che a oggi non prevede l'eliminizione delle Circoscrizioni se non dove gli abitanti non raggiungono le 250.000 unità. Oppure discutere per portare idee al documento stesso visto che poi molto dipenderà da ciò che verra scritto sulla Carta delle Autonomie.

ORA, è vero che a oggi, se la Carta delle Autonomie non venisse approvata le Circoscrizioni non ci sarebberò più in nessun Comune, qualunque sia la popolazione presente.

Ma è anche vero che quanto approvato in Finanziaria ci pone nel mezzo del guado, proseguendo e approvando la Carta delle Autonomie (con tutti i contributi positivi che verranno o già ci sono) si giungerà sulla riva opposta (IL NUOVO MONDO), se invece presi dal terrore dell'acqua che ci bagna i calzini vogliamo tornare indietro ....... potremmo anche annegare (il Governo/Parlamento non ha avuto il tempo di leggiferare, e visto che gli anni che ci troviamo di fronte prima della scadenza naturale sono diversi. Bè a quel punto se le riforme vengono lasciate a metà di chi è la colpa si vedrà).

Concludendo al Mondo quando ci sono cambiamenti epocali solo i forti avanzano aprendo la strada ai più, gli insicuri restano attaccati al loro arido orticello finendo con esso.

Le riforme che la LEGA NORD stà portando avanti, e con essa gli ALLEATI, cambieranno IN MEGLIO il nostro FUTURO e se per raggiungere questo obiettivo alcuni di noi perderanno il cadreghino, voglio solo ricordare che la Costituzione tutela il LAVORO non gli incarichi o le poltrone dei politici, avremo più tempo da dedicare ai nostri hobby e/o passioni.

BUON NATALE e FELICE VERDE ANNO NUOVO

GOLDONI G.C.
Capo Gruppo Lega Nord - Lega Lombarda - Zona 6

In risposta al messaggio di Massimiliano Bombonati inserito il 9 Dic 2009 - 18:35
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]