.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 76 ospiti collegati
.: Discussione: Abolizione dei Consigli di Zona: Appello al Ministro - eliminiamo i costi non la democrazia

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Piermario Sarina

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Piermario Sarina il 22 Dic 2009 - 12:40
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Mi pare che il Suo sia stato un chiaro (quanto inutile) attacco politico al nostro Movimento. Mischiare Federalismo, autonomia e circoscrizioni proprio "non c'azzecca" nulla!!! Da oltre 20 anni la Lega si batte a viso aperto per ottenere riforme, autonomia, federalismo, tagli a sprechi e mangiatoie di ogni sorta. Ma tant'è: come su tanti altri temi, forse tra qualche anno arriveranno a codazzo anche altri a capire quali benefici otterremo grazie alle nostre battaglie!
Per restare sul punto: la legge finanziaria all'art. 2 comma 176 lettera b) dice che per perseguire i risparmi di spesa devono (tra l'altro) sopprimere le circoscrizioni di decentramento comunale. Certo: affinchè si applichi una riforma, tutto il pregresso va azzerato, per poi fare entrare in vigore la nuova norma (Carta delle Autonomie) dove si dice a chiare lettere che il decentramento potrà essere attuato SOLO da città con più di 250.000 abitanti. Benefici economici? Sicuri, con un risparmio di spesa non indifferente (legato peraltro non solo alla riduzione dei costi del decentramento ma, anzi soprattutto, a quelli relativi ad enti ed istituti inutili o sovradimensionati). Democrazia in pericolo? NON SCHERZIAMO!!! Peraltro, giungono riflessioni sulla volontarietà dell'impegno politico e sull'opportunità di remunerare consiglieri di vario livello, di riconoscere anche economicamente la disponibilità e la capacità di chi fa politica sul territorio... Vogliamo "giocare" o "fare sul serio"? Vogliamo che la politica di vicinato sia demandata solo a pensionati, apparati burocratici e quadri di partito, sindacalisti, portaborse, annoiati benestanti che non sanno come passare altrimenti il proprio tempo, ecc.ecc.? Anch'io, caro collega, sono Presidente di una Commissione consigliare in Zona 5: parlo da consigliere, che magari domani non avrà più la sua "poltrona" (così si usa chiamarla, vero?) e che capisce che così il sistema NON FUNZIONA. Una città come Milano merita molto più di questo e la riforma drastica e totale del Decentramento è inevitabile: per ottenerla bisogna che arrivi un Ministro taglia-sprechi e poltrone? Bene, ben venga! La scossa pare abbia già sortito effetti benefici: ci svegliamo dal torpore, drizziamo le antennine perchè colpiti nel vivo. Evviva quel cattivone di Calderoli! Evviva quei razzisti ed eversivi di leghisti! La riforma va avanti ed è oggetto di discussioni e confronti con ANCI ed altri istituti di rappresentanza. Qualcosa potrà cambiare, ma la sostanza è quella: basta sprechi e regalie. Questo è il Federalismo: applicare la vera giustizia sociale ed economica, ossia premiare chi si impegna e si rimbocca le maniche per guadagnarsi benessere e rispetto e penalizzare invece parassiti e spreconi! Nelle sue varie declinazioni (federalismo fiscale, istituzionale, demaniale, funzionale, ecc.ecc.) un punto fermo: contatto diretto tra gestione della cosa pubblica e territorio. Questo non è in contrasto con l'abolizione delle circoscrizioni allorquando esse NON siano giustificate!!! Che senso hanno, infatti, in città con poche migliaia di abitanti? meglio ottimizzare il decentramento concentrandosi nella sua reale e seria applicazione SOLO in poche realtà urbane metropolitane, laddove esse sia funzionale ad un effettivo avvicinamento tra governo del territorio e cittadini, al fine di migliorare i servizi ad essi resi.
DIMENTICAVO: la Lega non ha mai voluto l'abolizione delle Provincie (a differenza invece del Suo Partito) ritenendole un'istituzione intermedia utile per il coordinamento tra Comuni di territori omogenei (nei paesi anglosassoni, per esempio, funzionano benissimo le contee, assimilabili alle nostre provincie). Vogliamo eliminare le Provincie e tenerci le circoscrizioni???

In risposta al messaggio di Massimiliano Bombonati inserito il 15 Dic 2009 - 09:28
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]