.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 55 ospiti collegati
.: Casa: Sindaco Moratti e Assessori Simini e Verga inaugurano stabile ERP in via Gallarate
Segnalato da:
Oliverio Gentile - Martedì, 1 Dicembre, 2009 - 17:20
Di cosa si tratta:
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

CASA. IL SINDACO MORATTI E GLI ASSESSORI SIMINI E VERGA INAUGURANO STABILE ERP IN VIA GALLARATE

Milano, 1 dicembre 2009 – Domani, mercoledì 2 dicembre, alle ore 11.15, il Sindaco Letizia Moratti, assieme agli assessori alle Infrastrutture e ai Lavori Pubblici Bruno Simini e alla Casa Gianni Verga, inaugurerà il complesso edilizio di via Gallarate.
L’appuntamento è all’ingresso dello stabile in via Appennini 92, punto di partenza della visita guidata negli appartamenti e negli spazi dedicati ai servizi.
Il Sindaco Moratti consegnerà le chiavi degli alloggi a un rappresentante degli inquilini assegnatari.
Seguirà conferenza stampa.
All’evento partecipano l’assessore regionale alla Casa e alle Opere Pubbliche Mario Scotti e il presidente di Aler Milano Loris Zaffra.

Per la stampa è disponibile un minibus in partenza alle 10.30 in via Case Rotte.

P.S.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

VIA GALLARATE, NUOVI ALLOGGI AD ALTA QUALITA’ ABITATIVA. MORATTI: “ RISERVATA UNA QUOTA A MADRI SOLE E GIOVANI IN DIFFICOLTA’”
Il Sindaco e gli assessori Simini e Verga hanno inaugurato uno stabile ERP

Milano, 2 dicembre 2009 – “Oggi è un bel giorno perché consegniamo 180 nuovi alloggi di alta qualità abitativa che potranno accogliere 500 persone. Quello di Gallarate è il primo progetto ultimato fra quelli previsti dalla prima edizione del concorso internazionale di edilizia residenziale “Abitare Milano”, promosso dal Comune per la progettazione urbanistica di alcuni quartieri della città”. Lo ha detto il Sindaco Letizia Moratti intervenuta alla cerimonia di inaugurazione del complesso edilizio di via Gallarate.
“Si tratta, infatti, di un’iniziativa più ampia che mette insieme le migliori eccellenze progettuali per dare una risposta concreta a chi ha bisogno di casa nella nostra città. E’ un nuovo complesso residenziale che sicuramente arricchisce questo quartiere perché inserito in una rete di servizi che assicura asili nido, spazi per anziani e tanto verde. Un certo numero di alloggi - ha spiegato il Sindaco Moratti – sarà riservato alle madri sole con minori a carico e a giovani che escono da percorsi di recupero e di disagio, in modo da dare la certezza di poter affrontare la vita con più determinazione”.

Il Sindaco questa mattina ha inaugurato, insieme con gli assessori alle Infrastrutture e Lavori Pubblici Bruno Simini e alla Casa Gianni Verga, le nuove quattro palazzine di via Gallarate, consegnando simbolicamente le chiavi degli alloggi ad un rappresentante degli inquilini assegnatari. Erano presenti anche l’assessore regionale alla Casa e alle Opere Pubbliche Mario Scotti e il Presidente di Aler Milano Loris Zaffra.
I lavori per il nuovo quartiere abitativo situato tra via Appennini e via Gallarate sono cominciati nella primavera del 2006 e si sono conclusi recentemente nei tempi previsti. Gli edifici, inseriti in una nuova area a verde di circa 28mila mq, ospitano complessivamente 184 alloggi, un asilo nido per trenta bambini, un centro diurno per anziani, un bar, spazi per negozi e un centro socio culturale.

La maggior parte dei 184 alloggi di via Gallarate sono in via di assegnazione in locazione a canone sociale (quelli di edilizia popolare per i più bisognosi) e una percentuale rilevante, circa un terzo, vengono invece assegnati a canone moderato (quindi destinati a coloro che non hanno i requisiti per il canone sociale, ma non riescono ad accedere al mercato privato).
Tra gli alloggi a canone sociale, un certo numero è riservato ad alcune specifiche categorie:
- anziani soli e/o in coppia,
- persone sole con minori,
- famiglie di nuova formazione.
Alcune categorie, quali le madri sole e straniere con minori a carico e i minori non accompagnati che, divenuti maggiorenni, escono da percorsi di comunità o comunità leggera, rientrano in progetti abitativi specifici su segnalazione della Direzione Centrale Famiglia, Scuola e Politiche Sociali. Vi sono, infine, alloggi riservati ad operatori delle Forze dell’Ordine che da sempre hanno difficoltà ad accedere all’affitto e quindi necessitano di particolari agevolazioni.
E’ compreso un certo numero tra gli alloggi a canone moderato, per cui verrà organizzato un bando ad hoc affinché possano risiedere nel quartiere cittadini che già abitano in prossimità (500 metri dallo stabile di via Gallarate) ma che al momento non possono più permettersi di risiedere in soluzioni abitative private a causa dei costi.

“E’ stato quasi un sogno per me, questa mattina, vedere inaugurato il complesso residenziale di via Gallarate. Ho avviato questo programma nel 2005 con grandi speranze e vederlo realizzato con un progetto e con materiali e attenzioni di così alta qualità, pur restando nei costi previsti, è davvero una grande soddisfazione – ha dichiarato l’assessore Verga.
“Queste sono le case ‘per i poveri ma non da poveri’ a cui bisogna pensare. Si tratta di un piccolo quartiere autosufficiente e ben collegato dalla metropolitana in un’area che guarda all’Expo perché è nelle vicinanze del futuro sito espositivo. Non ci sono solo alloggi, ma si è anche bonificata un’area che era inquinata e i nuovi edifici teleriscaldati non porteranno alcun tipo di inquinamento. Come all’interno degli alloggi sono previsti i servizi per i disabili, quindi con un’attenzione rivolta a tutti, così l’intero sistema del verde e delle attrezzature per la ricreazione è al servizio anche del vicino quartiere e, quindi, aperto a tutti”.

“Oggi abbiamo inaugurato un parco di ben 28mila metri quadrati che, insieme con i quattro edifici che accolgono alloggi e servizi, riqualificherà un intero quartiere – ha dichiarato l’assessore Bruno Simini. “Un’opera importante per la città realizzata nel rispetto dei tempi e dei costi e con soluzioni tecniche, come l’allacciamento al teleriscaldamento, finalizzate a raggiungere il massimo del comfort e del risparmio energetico”.

“I lavori degli altri tre complessi abitativi, quelli di via Ovada, via Civitavecchia e via Senigallia, che fanno parte insieme a via Gallarate del progetto ‘Abitare a Milano’ – ha reso noto Simini - sono in fase conclusiva: in primavera avremo pertanto altri 350 alloggi nuovi”.

scheda tecnica sui lavori
Dove:
Ingresso dello stabile in via Appennini 92
Quando:
Mercoledì 2 Dicembre - 11:15