.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 62 ospiti collegati
.: Droga: Sindaco, Giunta e Consiglio al test del capello
Segnalato da:
Oliverio Gentile - Mercoledì, 18 Novembre, 2009 - 18:04
Di cosa si tratta:
Dal sito Web del Comune di Milano:

Palazzo Marino

Droga-test per Consiglio e Giunta

Giovedì pomeriggio - su base volontaria - "analisi del capello" per identificare la presenza di sostanze stupefacenti promosso dal Sindaco e dall'Assessore alla Salute landi di Chiavenna

Milano, 18 novembre 2009
- Prelievo del capello per Sindaco, assessori e consiglieri comunali domani a Palazzo Marino. I primi a sottoporsi al test, su base volontaria, saranno il Sindaco Letizia Moratti e l’assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna.

Dalle ore 14.45 alle ore 18.00, appuntamento presso l'infermeria di Palazzo Marino per il test che prevede due prelievi di capelli a ciascun soggetto che vorrà sottoporsi, per la ricerca di sostanze quali cocaina, oppiacei, metadone, THC (principio attivo della cannabis), buprenorfina e norbuprenorfina, amfetamine, ecstasy e simili, ketamina.

Il professor Franco Lodi, direttore della sezione di Tossicologia Forense all’Istituto di Medicina Legale dell’Università degli Studi di Milano, eseguirà i test con il supporto di alcuni collaboratori, procedendo a due prelievi, nel caso si verificassero contestazioni.
 
Il test presenta alcuni vantaggi rispetto ad altri. Il sangue può infatti rivelare per alcune ore se la persona è sotto l'effetto di sostanze stupefacenti; la presenza nell'urina conferma l'uso di stupefacenti per un periodo che va, a seconda delle sostanze, da 2 a 8-10 giorni. Il capello rappresenta invece la memoria storica dell'uso di stupefacenti o altre sostanze: a livello bulbare, ingloba nella sua cheratina la sostanza trasportata dal sangue. Con la crescita del capello, la cheratina, con la sostanza inglobata, si allontana dal bulbo mediamente un cm al mese, tenendo sempre legata la sostanza incorporata fino all'eventuale taglio del capello.
Pertanto, un capello della lunghezza di 5 o 10 cm permette di rilevare se nei 5 o 10 mesi precedenti il soggetto ha assunto sostanze stupefacenti.

P.S.

Dal sito Web del Comune di Milano:

Contro la droga

Successo per il test del capello

Sindaco, assessori e consiglieri si sono sottoposti all'analisi. Moratti: "I nostri comportamenti devono essere coerenti"

  Il Sindaco Letizia Moratti al test del capello
 
 
Milano, 19 novembre 2009 - Grande successo per l'iniziativa del test anti droga promossa dal Sindaco Letizia Moratti. Nell'infermeria di Palazzo Marino il Sindaco è stato il primo a sottoporsi all'esame del professor Franco Lodi, seguita dalla maggiornaza degli assessori e più della metà dei consiglieri. Assente giustificato il vice Sindaco Riccardo De Corato che da deputato si è già sottoposto all'esame alla Camera dei Deputati a Roma.

"I nostri comportamenti individuali – ha spiegato il Sindaco – devono essere coerenti con le nostre politiche di contrasto al consumo di sostanze stupefacenti".

A partecipare al test del capello contro il consumo delle droghe si sono presentati gli assessori Giampaolo Landi di Chiavenna, Gianni Verga, Giovanni Terzi, Andrea Mascaretti, Alan Rizzi e Paolo Massari, Giacomo Beretta. E anche alcuni consiglieri tra cui il Presidente del Consiglio comunale Manfredi Palmeri, Vincenzo Giudice, Carlo Fidanza, Carola Colombo, Natale Comotti, Davide Corritore e Maurizio Baruffi, Basilio Rizzo, Pasquale Salvatore, Fabrizio De Pasquale.

 

Dove:
Infermeria di Palazzo Marino
Quando:
Da Giovedì 19 Novembre - 14:45 a Giovedì 19 Novembre - 18:00