.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 36 ospiti collegati
.: Discussione: Viabilità rischiosa a chiaravalle

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Maria Teresa Punzo

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Maria Teresa Punzo il 12 Nov 2009 - 16:52
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

abito a chiaravalle da 20 anni zona 5 comune di milano.
diventa sempre più problematica la viabilità, mancano marciapiedi, la ferrovia dismessa è diventata ricettacolo di rifiuti, la via S. Arialdo che collega il borgo a Rogoredo (2 km.) è normalmente una pista con automobili che sfrecciano senza tener conto di ciclisti e ahimè pedoni!(Corso Buenos Aires e lunga all'incirca come via S.Arialdo)
Ho più volte scritto al Comune per richiedere un intervento dell'assetto urbano, mai nessuna risposta, noi siamo cittadini milanesi, ma l'interesse è rivolto sempre a migliorare il centro, le periferie sono lontane e quindi non si vedono, in altri paesi del mondo questo borgo sarebbe stato il fiore all'occhiello dell'amministrazione della città. In questi giorni poi ci sono dei lavori molto pesanti sulla ferrovia che costeggia la Via S.Arialdo, con spesso il traffico in tilt perchè la carreggiata è stata ridotta ulteriormente, non è stato messo nessun cartello che preannunci l'inizio e la durata dei lavori. Ho rinunciato all'uso dell'automobile perchè trovo molto comodo il passante ferroviario a Rogoredo che potrei raggiungere a piedi o in bicicletta se ci fosse un marciapiede o una pista ciclabile, 2 chilometri, ma è una richiesta davvero impossibile? cosa c'è che impedisce una realizzazione strutturale di questo tipo? 
Spero proprio che si prenda in considerazione questa richiesta, a volte basta poco per migliorare un territorio, eliminando forme di degrado si migliora la vita di una comunità
grazie per l'attenzione
Maria Teresa Punzo