.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 145 ospiti collegati

.: Eventi

« Agosto 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

.: Link

.: Silvia Martini - Un'Umanista in consiglio di Zona 2
Inserito da Silvia Martini il Mar, 02/05/2006 - 11:49
La mia lista:
Partito Umanista
Simbolo lista:
Silvia Martini - Un'Umanista in consiglio di Zona 2
Dove mi candido:
Candidata alla Presidenza del Consiglio di Zona 2
Foto Candidato:
Silvia Martini - Un'Umanista in consiglio di Zona 2
Io in breve:

Ho 30 anni, sono nata e scresciuta a Precotto e lavoro come grafica pubblicitaria.
Amo leggere, andare al cinema e stare con i miei animali.

Cosa ho fatto finora nella vita:

Faccio attività a Precotto da 10 anni come volontaria del Movimento Umanista. Sono una dei responsabili del centro di comunicazione diretta di Via Breda, 44 a Precotto e del giornale di quartiere Voci di Villa presente a Precotto e Villa San Giovanni da più di 10 anni.

Sono volontaria ne "I cammini Apert Onlus" con la quale porto avanti una campagnia di Appoggio Umano Italia/Senegal dal 2000, facendo viaggi a Dakar, basata sulla reciprocità.

Nel 1998 inizia la mia esperienza nel Partito Umanista con la Campagna "Governo Ombra" (che puntava ad organizzare e formare gruppi di persone che si occupavano di temi di competenza del Consiglio di Zona), poi nel 2001 con l'esperimento di Democrazia Reale in quartiere, fino ad oggi, dove partecipo alla segreteria stampa e in quella diffusione.

Vi spiego perchè mi candido:

Mi candido perchè credo che questa sia l'alternativa, credo che il Partito Umanista sia quello che ci vuole in questo momento per cambiare concretamente le cose. E perchè non posso più aspettare che altri lo facciano per me!
Questo è il nostro programma per la zona 2:

1. No alla Gronda nord o strada Interquartiere Nord.
Perché il progetto rimane impossibile da attuare per un forte impatto ambientale e di inquinamento atmosferico e acustico.
Un progetto nato negli anni 30' come tangenziale autostradale e ripresentato nel corso degli anni, ma ora che l'urbanizzazione e la densità abitativa si sono allargate moltissimo per realizzare la Gronda Nord bisognerebbe espropriare e abbattere edifici, alberi e giardini. Ecco perché è impossibile da attuare.
Le proposte alternative alla Gronda Nord sono:
• Potenziamento del servizio pubblico.
• Miglioramento dei collegamenti per la zona Nord di Milano.

2. Denunciamo la scarsità di aree verdi e spazi di aggregazione giovanile.
La nostra proposta è:
• potenziamento delle aree verdi esistenti con la creazione di piste ciclabili.
• Creazione di un parco urbano potenziando e creando nuovi giardini e verde pubblico attrezzato e nuovi spazi di aggregazione giovanile.
• Creazione di una rete di laboratori artistici e di artigianato, biblioteche e centri di formazione professionale, Auditorium e Centro di registrazione, cinema di qualità; Servizi ricreativi e sportivi, poliambulatorio, centro di orientamento scolastico superiore e universitario.

3. Più potere al Consiglio di Zona.
Più risorse da spendere in materia di servizi sociali e servizi alla persona, urbanistica, manutenzione delle opere pubbliche, servizi sanitari di base e attività culturali. Per attuare questo bisogna modificare lo Statuto del Comune di Milano e
procedere a una consultazione periodica dei cittadini attraverso l'uso delle nuove tecnologie sulle questioni importanti della zona 2. (sportello presso Centri umanisti di zona 2, associazioni e sedi dei partiti di zona).
Assicurare la copertura totale della domanda di servizi per la prima infanzia (0-3 anni) e azzerare le liste di attesa di bambini in difficoltà segnalati dal Tribunale dei Minori, di cui il Comune non riesce ad occuparsi.
Potenziare i consultori nella zona con mezzi e maggior personale qualificato.

E-Mail Candidato:
silviamartiniit@yahoo.it