.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 98 ospiti collegati
.: Discussione: Consiglio comunale straordinario su Ecopass: portiamo la voce dei cittadini a Palazzo Marino?

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Enrico Fedrighini

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Enrico Fedrighini il 4 Dic 2009 - 14:50
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Ciao a tutti,
breve aggiornamento sul secondo tempo della seduta di Consiglio comunale dedicata al traffico. Anticipo subito che ci sara' un terzo tempo, presumo lunedì 14 dicembre, dato che non si e' esaurita la votazione degli ordini del giorno per avvenuta mancanza del numero legale da parte della maggioranza.
La situazione e' questa: esiste un documento "bipartisan" su contenuti attorno ai quali e' stato possibile trovare accordo, che chiede un potenziamento del trasporto pubblico, il mantenimento degli impegni a realizzare nuove corsie preferenziali e piste ciclabili. Questo documento dovrebbe essere presentato e votato a larga maggioranza.
L'elemento di divisione rimane, come prevedibile, il sistema del pedaggio urbano: il PdL non ne vuole sapere e fa gia' fatica ad accettare Ecopass cosi come e' adesso; Verdi e PD presenteranno invece un ordine del giorno che raccoglie le istanze provenienti da Genitori Antismog, associazioni ambientaliste, comitati vari e diversi controbuto emersi dalla discussione su partecipaMi/Rete Civica: potenziare Ecopass estendendo la tariffazione ai veicoli attualmente esclusi dal pagamento (oltre l'80 per cento), in modo tale da avere un effetto sul traffico modello "congestion charge" pur mantenendo lo schema tradizionale Ecopass (chi più inquina, più paga).
Su questo ci sara' battaglia, ovviamente. Io continuo a sperare che anche dai banchi del centrodestra possa emergere qualche obiezione di coscienza, ovvero qualche voto a favore, o almeno benevola astensione.
Non so cosa faranno i gruppi della sinistra radicale, ancora fermi (insieme alla Lega) alle targhe alterne come unica proposta per il traffico.
In ogni caso, il dato politico davvero importante mi pare questo: a distanza di due anni dall'avvio della prima sperimentazione in Italia di un sistema di pedaggio urbano per combattere smog e traffico, il principio del road pricing come strumento strategico nelle politiche antitraffico non e' più sostenuto soltanto da una ristretta minoranza ambientalista verde, ma e' ormai elemento di proposta e di programma politico assunto dalla quasi totalita' delle forze di opposizione presenti in Consiglio comunale.
Questo ovviamente non basta: dobbiamo continuare a lavorare per trovare un'intesa comune e trasversale, perche' la battaglia per liberare la citta' e i nostri polmoni tra traffico e smog non puo' essere terreno di propaganda e scontro politico, ma una conquista di civilta nell'interesse di ogni cittadino.
Alla prossima.

Enrico Fedrighini
Consigliere comunale di Milano
Capogruppo Verdi
In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 2 Dic 2009 - 22:26
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]