.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 92 ospiti collegati
.: Discussione: Consiglio comunale straordinario su Ecopass: portiamo la voce dei cittadini a Palazzo Marino?

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Alberto Liati

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Alberto Liati il 25 Nov 2009 - 15:12
accedi per inviare commenti
Inizio io.
Dunque, mi pare che alcuni post facessero espresso riferimento alle piste ciclabili, alla loro estensione (ove possibile ovviamente) e alla "messa in sicurezza", sempre ove possibile.
Non sono mai stato d'accordo con i ciclisti che vorrebbero convertire al loro credo tutta la popolazione (vigili compresi a quanto ho letto in un post), ma proprio per questo non posso essere d'accordo nel non concedere loro il diritto di chiedere le piste ciclabili, che quindi sono state inserite nel documento in quanto, a mio parere, rappresentano una parte forse in crescita della popolazione.

Il concetto di pista ciclabile puo' anche essere interpretato come "agevolazione all'uso della bicicletta" e potrebbe probabilmente comprendere il controsenso in alcune vie (ma questo, credo, sia piu' materia di codice della strada sul quale il comune non penso abbia possibilita' di agire se non istituendo una "pista ciclabile" nelle vie a senso unico...ma sinceramente qui vado piu' a logica che a codici di legge).

Nel documento c'e' uno specifico paragrafo dedicato al "rispetto delle regole" (se non ricordo male) e mi sento di dire che la limitazione della velocita' attraverso i relativi limiti stia tutta all'interno di questo argomento, con la relativa richiesta di maggior rigore nell'applicazione delle regole (incluse quindi le regole relative alla velocita').

Mi permetto comunque di darle un'altra chiave di lettura della frase che lei ha citato "limitazione del nostro diritto a muoverci velocemente", intesa qui non come "muovermi ad una media di 120 all'ora in via dante" ma come "velocita' media", ovvero "non metterci 3 ore per fare 7 chilometri a causa di strozzature, riduzioni di carreggiate ed altre amenita' che la giunta si e' inventata negli ultimi anni".

I diritti alla vita e alla salute rientrano nella richiesta di maggiore copertura di mezzi pubblici, maggiore frequenza, creazione di corsie preferenziali sulle arterie di immissione in citta' e tutte quelle proposte che hanno come obiettivo "incentivare la popolazione all'uso del mezzo pubblico".

Da ultimo, appunto perche' "il diritto alla mobilita' e' un diritto della persona e non dell'automobilista", nel documento sono, a mio parere, equamente rappresentate le proposte di chi vuole andare in bicicletta (piste ciclabili), di chi vuole (o deve) usare i mezzi (corsie preferenziali e maggiore copertura/frequenza), di chi vuole usare la moto (parcheggi gratuiti), di chi non puo' usare i mezzi ma vorrebbe dei parcheggi di corrispondenza migliori (parcheggi gratuiti e piu' capillari), e di chi invece usa l'auto (che, essendo un bene non ancora proibito dalla legge, deve poter essere usato come tutti gli altri e devono essere messe in atto le alternative del caso per INCENTIVARE l'uso del mezzo pubblico o della bici).

Queste sono solo le mie considerazioni, e come tali devono essere prese.
Il documento era comunque aperto a tutti e tutti avrebbero potuto "metterci mano" qualora avessero ritenuto che non fosse il migliore possibile (e sicuramente non e' il migliore possibile, ma e' quantomeno un primo passo per farci sentire).

Da ultimo, come ho scritto nel messaggio con cui ho scaricato il documento, restava il problema principe di un documento "comunitario": non e' possibile soddisfare tutti e quindi bisogna necessariamente scendere a compromessi che, perlomeno questa volta sono compromessi fra cittadini e non fra interessi privati come spesso ci capita di vedere.

Saluti!

Alberto
In risposta al messaggio di Giuliano Gavazzi inserito il 25 Nov 2009 - 13:50
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]