.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 86 ospiti collegati
.: Discussione: Consiglio comunale straordinario su Ecopass: portiamo la voce dei cittadini a Palazzo Marino?

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Alberto Marzi

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Alberto Marzi il 12 Nov 2009 - 17:18
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti

Ho l'impressione che, in questo modo, non ci sarà nessun documento condiviso da portare in Consiglio per far sentire la voce di TUTTI i cittadini, e continueremo a subire imposizioni dall'alto, per il nostro bene ! E' giusto così, se non siamo capaci di amministrare efficacemente lo spazio (poco) che ci viene concesso, tanto vale.

L'esempio pratico è lo scritto del Sig. Massimo che non è sfiorato dal dubbio che, se in centro ci fossero solo le auto dei commercianti e professionisti, forse il problema sarebbe molto meno drammatico. D'altra parte chi mi dice che l'impiegato non possa aver ottenuto, dall'azienda, come "fringe benefit", il rimborso del gratta e sosta ?

Meglio, e più democratico, sarebbe eliminare le strisce blu e, contemporaneamente, limitare la sosta a 60 minuti, lasciando a pagamento e senza limiti di tempo, i parcheggi sotterranei e gli autosilo.

Il discorso "bollino blu", poi, è una grandissima bufala, fin dalla sua istituzione. E' risaputo, infatti, che qualsiasi auto può essere "in regola" al momento del controllo, e "fuori" 5 minuti dopo essere uscita dall'officina, in base a carburante utilizzato, condizioni atmosferiche, parametri di utilizzo del propulsore etc.. Oltretutto non si è mai capito perchè i tagliandi consigliati dalle case costruttrici, a percorrenze/scadenze temporali ben precise (max 12 mesi una dall'altra) e che prevedono anche il controllo dei gas di scarico, non possano soddisfare il requisito del "bollino blu". L'impressione che se ne è avuta è di un ennesimo provvedimento per "alleggerire" gli automobilisti. Fermare, poi, tutte le auto per la verifica del bollino credo creerebbe ben più inquinamento di quello che potrebbero "salvare".

Se poi andiamo a vedere certi veicoli  commerciali che circolano per le strade cittadine (furgoni, camion pullmann), che sono pure esenti dalle limitazioni di circolazione dei veicoli più inquinanti, tutta la storia del bollino blu fa' solo ridere !

Le mie proposte concrete, in argomento, le potete trovare qui: 

http://www.partecipami.it/?q=node/8251/13561&single=1

 

Alberto Marzi

In risposta al messaggio di Massimo Roselli inserito il 11 Nov 2009 - 18:57
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]