.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 84 ospiti collegati
.: Discussione: Legalità e recupero sociale per Fulvio Testi

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 21 Ott 2009 - 09:06
Discussione precedente · Discussione successiva

Dal sito Web del Comune di Milano:

Stamane in Zona 9

Legalità e recupero sociale per Fulvio Testi

Sopralluogo del vice Sindaco De Corato e dell'assessore Mascaretti nelle case popolari. Incontro nella parrocchia di quartiere e sopralluogo negli alloggi erp con le Forze dell’Ordine e le istituzioni. Da Palazzo Marino un altro "basta alle zone franche"

Milano, 20 ottobre 2009 - Si è svolto questa mattina presso la Parrocchia di Gesù Divin Lavoratore un incontro preliminare che precede la convocazione del tavolo per il recupero sociale e della legalità nelle case popolari di viale Fulvio Testi voluto dal Sindaco Letizia Moratti.

L’incontro è stato presieduto dal vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato insieme all’assessore alle Aree cittadine e Consigli di Zona Andrea Mascaretti. E vi hanno partecipato il parroco don Ruggero Fabris, il Comandante della Polizia Municipale Tullio Mastrangelo, il Direttore Generale di Aler Domenico Ippolito, accompagnato dal responsabile Aler della zona, Giuseppe Riefolo, la presidente del Consiglio di Zona 9, Beatrice Uguccioni e il Consigliere comunale e membro della Commissione Casa e Demanio Marco Osnato.
In seguito, gli assessori e i rappresentanti delle istituzioni hanno effettuato un sopralluogo nelle case popolari di viale Fulvio Testi con le Forze dell’Ordine.

“La presenza del Comune oggi – ha spiegato De Corato – è un gesto importante che testimonia come l’area di Fulvio Testi sia al centro della nostra attenzione. Il blitz del 14 agosto scorso da parte delle Forze dell’Ordine è stato un primo passo verso la legalità, ma anche il Comune attiverà gli anticorpi per restituire ai tanti cittadini onesti che abitano in quell’area un luogo sicuro e vivibile. Faremo la nostra parte mettendo in campo le forze necessarie, affinché non valga più la legge del più forte e non si debba più parlare di ‘ghetto’. Cominceremo con Aler con lo sgombero degli abusivi, circa una trentina. E andremo avanti con iniziative in campo sociale, culturale e commerciale".

“Il sopralluogo di oggi vuole essere un segnale forte per i cittadini –  spiega l’assessore alle Aree Cittadine e Consigli di Zona, Andrea Mascaretti – e conferma la presenza delle istituzioni in questa zona ad alto rischio di degrado sociale. Intendiamo avviare una forte sinergia tra l’amministrazione comunale, le forze dell’ordine, l’Aler, le associazioni di volontariato e privato sociale per proteggere, tutelare i cittadini del quartiere e contrastare ogni forma di illegalità. Faremo in modo che nessun angolo della nostra città venga considerato terra di nessuno. L’amministrazione comunale intende essere vicina a tutti i cittadini".