.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 37 ospiti collegati

.: Eventi

« Dicembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Angelo Valdameri
Venerdì, 2 Ottobre, 2009 - 12:54

Piazza Tirana: urgono interventi risolutori

Gent.le sig.ra Lauri, la situazione di degrado e invivibilità di p.zza Tirana e dintorni, compreso il cavalcavia Giordani, è ben nota al Consiglio di zona 6. all'Amministrazione centrale, alle FF.OO. Purtroppo poco o nulla viene fatto e le numerose segnalazioni fatte dai consiglieri di maggioranza ed opposizione, nonchè dai cittadini lasciano il tempo che trovano.Riporto la sua lettera nel sito partecipaMi.it chiedendo un sollecito intervento al presidente Girtanner e al presidente della commissione Territorio Bombonati. Sono anch'io poco fiducioso che si ottenga qualcosa nel breve ma si spera sempre che qualcosa possa cambiare. Fino a poco tempo fa stazionava in piazza Tirana una camionetta dell'esercito, ora non c'è più nessuno e la zona è terra di nessuno. Cordialmente A.Valdameri.

Ogg: Zona 6 - piazza Tirana/Cavalcavia Giordani Gent.le Sig. Valdameri, dopo aver scritto svariate mail a De Corato, al Comune di Milano, al Sig. Girtanner, senza mai aver ottenuto risposta, vorrei provare a segnalare a Lei la situazione di estremo degrado e sporcizia in cui versa l'area compresa tra Piazza Tirana e il Cavalcavia Giordani, sperando in Suo riscontro. So che Lei personalmente non può fare nulla, però spero che almeno riesca a segnalare la situazione a chi di competenza. Piazza Tirana è diventata ormai di esclusiva proprietà”dei nomadi che bivaccano tutto il giorno, lasciando immondizia in ogni dove, rendendo, di fatto, la piazza invivibile e poco sicura. Nella piazza c'è un'area di proprietà F.S., accessibile da una via senza illuminazione (mi sembra incredibile che nel 2009, a Milano, ci siano ancora vie non illuminate…. alla faccia della tanto decantata sicurezza!), con edifici parzialmente abbattuti e lasciati in stato di completo degrado e abbandono, a ridosso di case e uffici, che è oggetto di incursioni giornaliere da parte di nomadi e non, che la utilizzano come bagno a cielo libero (affacciarsi alla finestra e vedere gente accovacciata che fa i propri bisogni non è "piacevole", credo, per nessuno, anche per questioni di igiene...). La via che porta a quest'area, e a case e uffici, oltre ad essere senza illuminazione, viene utilizzata come discarica dai nomadi che spesso parcheggiano macchine e camper in cui si fermano a dormire. La situazione del cavalcavia Giordani (tra i binari e il naviglio) credo sia più che nota. So che questa è un'area in cui è difficile chiudere definitivamente l'accesso, però se si iniziasse almeno a ripulire quello che c'è intorno, l'area in piazza Tirana (abbattendo i resti degli edifici e recintandola in maniera definitiva), illuminare la via d'accesso, si creerebbe perlomeno un pò più di sicurezza, soprattutto di sera, per chi, purtroppo, è obbligato a vivere a stretto contatto con questa realtà. Cordiali saluti Laura Bussini