.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 76 ospiti collegati

.: Eventi

« Agosto 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
.: Silvia Dell'Orso
Inserito da Silvia Dell'Orso il Gio, 27/04/2006 - 17:28
La mia lista:
Lista Ferrante
Simbolo lista:
Silvia Dell'Orso
Dove mi candido:
Consiglio comunale di Milano
Foto Candidato:
Silvia Dell'Orso
Io in breve:

Vivo e lavoro come giornalista a Milano, città nella quale sono nata (nel 1956), benché la mia famiglia abbia origini abruzzesi.

Cosa ho fatto finora nella vita:
Dopo la laurea in lettere e il perfezionamento in storia dell’arte mi sono impegnata, come giornalista e saggista, nella divulgazione di tematiche legate alle arti visive e ai beni culturali e ambientali.

Sono stata redattrice per le pagine culturali de la Voce di Montanelli, corrispondente da Milano per Il Giornale dell’Arte e titolare di rubriche sull’arte per svariati mensili e settimanali. Attualmente associo all’attività saggistica, consulenze specialistiche e collaborazioni giornalistiche a la Repubblica, L’Espresso, Il Sole 24 ore (inserto domenicale), Gente.

Dal ’96 sono anche consulente per la comunicazione e i rapporti istituzionali del Fai–Fondo per l’Ambiente Italiano. Ho partecipato, per il Gruppo giovani dell’Assolombarda, a una ricerca sul tema della sponsorizzazione culturale tradottasi in un libro: Dalla sponsorizzazione all’investimento nella cultura, edito nel 1998. E ho pubblicato, fra l’altro, due libri con Laterza: Altro che musei. La questione dei beni culturali in Italia (2002) e Quale eccellenza? Intervista sulla Normale di Pisa, libro-intervista con Salvatore Settis (2004).

Vi spiego perchè mi candido:
Perché vivere a Milano sta diventando sempre più faticoso e ho voglia di fare qualcosa anch’io per invertire la tendenza.
Perché vorrei che la cultura a Milano possa diventare un’esperienza condivisa e partecipata.
Vorrei musei aperti e in grado di comunicare, biblioteche accessibili e nelle quali si possa anche bere un caffè (ma non alla macchinetta!), vorrei vedere un’opera alla Scala senza dover prenotare con mesi di anticipo.
Ma, soprattutto, vorrei una città consapevole di ciò che possiede e capace di valorizzare l’attività dei tanti (singoli individui, gruppi, associazioni, fondazioni, gallerie. etc) che, nei più svariati ambiti culturali, questa consapevolezza ce l’hanno da tempo e si spendono pur fra mille difficoltà.
E-Mail Candidato:
silvia.dellorso@fastwebnet.it