.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 46 ospiti collegati
.: Discussione: Congestion Charge

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Enrico Fedrighini

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Enrico Fedrighini il 7 Set 2009 - 14:10
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti

Caro Claudio,

Ecopass è la prima - e finora unica - sperimentazione di road pricing avviata nel mondo che presenti tariffe differenziate in base alla capacità inquinante delle diverse classi di veicoli.
I costi sociali (sanitari, economici, di tempo) sono valutati - anche per quanto riguarda Ecopass, attraverso modelli matematici. Li trovi citati nel settore delle informazioni tecniche su ecopass, sul sito del Comune. La tariffa è lo strumento che consente di interrompere l'esternalizzazione del carico inquinante del proprio veicolo, attraverso un valore economico che identifica il "costo sociale" dell'inquinamento prodotto, portandolo all'interno delle varie voci di bilancio. Il distributore di merci che prima viaggiava molto con un mezzo inquinante e con poco carico a bordo, usando di fatto la strada come "magazzino diffuso" per le consegne, ora è costretto a contabilizzare il costo dell'inquinamento prodotto dai suoi movimenti e a compiere scelte diverse: ad esempio razionalizzando e organizzando gli spostamenti a pieno carico (cito non a caso il settore merci perchè qui, forse ancor più che nel settore dei veicoli privati passeggeri, Ecopass ha prodotto cambiamenti molto interessanti e una forte razionalizzazione dei costi e del sistema).
Ma la costruzione di un sistema tariffario coerente ed efficace di road pricing non puo', secondo me, non tener conto di entrambi gli obiettivi: stabilire tariffe sulla base della capacità inquinante (quindi del costo sociale) delle varie classi di veicoli, ma in modo tale che di fronte a tale tariffa il cittadino automobilista, prima di salire sulla propria vettura, sia costretto a porsi una domanda salutare per sè e per gli altri: "Oggi ho proprio bisogno di usare la mia auto, o posso farne a meno?". Tutto questo perchè, come scrivevi tu in una precedente mail, gli effetti di un sistema efficace di tariffazione si riverberano sul sistema di trasporto pubblico di superficie, quindi su un aumento di competitività del trasporto pubblico rispetto al mezzo privato.

Un caro saluto, a presto
Enrico Fedrighini

In risposta al messaggio di Claudio Edossi inserito il 7 Set 2009 - 10:52
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]