.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 68 ospiti collegati
.: Infanzia: conferenza stampa per l'avvio dell'anno educativo
Segnalato da:
Oliverio Gentile - Lunedì, 31 Agosto, 2009 - 16:44
Di cosa si tratta:
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

INFANZIA. DOMANI CONFERENZA STAMPA PER L'AVVIO DELL'ANNO EDUCATIVO

Milano, 31 agosto 2009 - Domani, 1 settembre 2009, alle ore 11, presso la Sala Stampa di Palazzo Marino, Mariolina Moioli, assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche sociali, illustrerà alla stampa le novità riguardanti le Scuole d'Infanzia e i Nidi per l'anno educativo 2009/2010.

P.S.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

INFANZIA. MOIOLI: “STIAMO COSTRUENDO IL MODELLO MILANO”

Milano, 1° settembre 2009 – I Nidi d’Infanzia del Comune di Milano apriranno giovedì 3 settembre. Le Scuole dell’Infanzia il 7 settembre.

Ad attendere gli oltre 32.000 bambini, circa 3.200 educatrici. Gradualmente saranno inseriti anche i più piccoli, ai quali, come previsto dai programmi, verrà riservato un percorso personalizzato per l’inserimento nella Scuola dell’Infanzia.

“È da tempo che lavoriamo alla creazione di un modello per i servizi all’infanzia del Comune di Milano. Gradualmente stiamo introducendo delle novità, affinché le famiglie milanesi possano contare sempre più su servizi di qualità”, fa sapere l’assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche sociali Mariolina Moioli. “Stiamo provvedendo ad avvisare tutti i Consigli di Scuola attraverso una lettera, in modo che al loro rientro in città i genitori possano conoscere l’organizzazione dei nostri servizi e prepararsi al meglio per affrontare il nuovo anno educativo insieme ai loro bambini”.

“Per garantire il funzionamento delle strutture, abbiamo convocato per la firma del contratto (tempo determinato) 100 educatrici della Scuola dell’Infanzia e 53 educatrici per i nidi – conclude l’assessore Moioli -. Inoltre, in base all’esperienza degli anni precedenti, sono state programmate 180 assunzioni a tempo determinato nelle Scuole dell’Infanzia e 125 ai Nidi per sostituzione maternità o malattia”.

Per il personale educativo di Nidi e Scuole dell’Infanzia, il Comune di Milano spenderà nel 2009 oltre 120 milioni di euro.

Per il funzionamento delle strutture (Nidi e Scuole dell’Infanzia comunali e per l’acquisto di posti nei nidi in strutture private), la spesa prevista per il 2009 è di oltre 42 milioni di euro, comprensivi della spesa per la fornitura dei pasti da Milano Ristorazione.

Nidi d’Infanzia: il Comune di Milano mette a disposizione 9.653 posti e 170 strutture. I posti salgono a 10.454 se si aggiungono i Tempi per le Famiglie e i Centri prima Infanzia. (Tabella)

Le liste d'attesa si stanno accorciando sensibilmente: si parla di circa 1000 bambini (contro i 2.305 alla pubblicazione delle graduatorie). L’obiettivo è quello di dare, entro la fine dell’anno, un posto al nido a ogni famiglia milanese che ne ha fatto richiesta.

Personale educativo Nidi d’Infanzia:
1.083 educatrici, distribuite secondo un rapporto 1/6 (un’educatrice ogni 6 bambini), più un’educatrice ogni struttura Nido. Il rapporto fissato dalla Regione Lombardia è di 1/8 (quello del Comune risulta essere migliorativo). La frequenza ai Nidi del Comune di Milano prevede un contributo da parte delle famiglie che varia a seconda del reddito.

La retta massima è di 465 euro mensili. Circa il 30% degli oltre 9.000 bambini frequenta gratuitamente.

Sezioni primavera: si tratta di sezioni per bambini dai 24 ai 36 mesi. Per l’anno educativo 2009/2010 saranno formate 23 sezioni, per un totale di 444 bambini iscritti. Le sezioni primavera prevedono 69 educatrici: due di Scuola dell’Infanzia e una di Nido che accompagna i bambini più piccoli.

Scuole dell’Infanzia: nelle sue 170 strutture, il Comune mette a disposizione quest’anno 22.591 posti. Attualmente sono in attesa di essere assegnati 76 bambini. A questi si aggiungono 744 “anticipatari” dei quali 318 hanno già un posto al nido. La lista, quindi, si riduce a 426.

Personale educativo Scuole dell’Infanzia: 1.882 educatrici

Nelle sezioni si continuerà ad avere la compresenza di due o più educatrici, nella fascia oraria stabilita dalla programmazione. Inoltre, ogni tre sezioni è prevista un’educatrice in più, come dotazione organica ottimale, al fine di offrire una migliore qualità del servizio.

Quest’anno le titolari di sezione devono necessariamente avere contratto a tempo pieno e indeterminato, proprio per garantire la continuità educativa e didattica delle sezioni.
Le educatrici a tempo parziale saranno distribuite, quando possibile, una per scuola.

I costi
A Milano la frequenza della Scuola dell’Infanzia è gratuita.
I genitori contribuiscono esclusivamente al costo della refezione.
La retta massima per la refezione è di 68 euro mensili (circa 3,50 euro al giorno).
Circa il 30% degli alunni frequenta gratuitamente.

Stranieri
Nei Nidi e nelle Scuole dell’Infanzia i bambini stranieri sono 7.354 (23.5%)
Nel 2008 la percentuale era del 22%

Sostegno ai bambini Disabili (anno educativo 2008-2009)
Bambini disabili iscritti alle Scuole dell’Infanzia: 303
Personale impiegato per il sostegno: 204
Bambini disabili iscritti ai Nidi d’Infanzia: 43
Personale impiegato per il sostegno: 38

Nuove assunzioni
Sono state convocate per la firma del contratto (tempo determinato) 100 educatrici della Scuola dell’Infanzia e 53 educatrici per i nidi.

Inoltre, in base all’esperienza degli anni precedenti, sono state programmate 180 assunzioni a tempo determinato nelle Scuole dell’Infanzia e 125 ai Nidi per sostituzione maternità o malattia.

Per quanto riguarda il personale ausiliario, si tratta di dipendenti del Comune di Milano.
In 30 scuole sarà avviato un nuovo modello sperimentale, che prevede la riorganizzazione dei tempi e delle mansioni di chi si occupa dell’assistenza dei bambini, della pulizia e del riassetto degli spazi durante la giornata. Per questi operatori è previsto un programma di formazione.

Accreditamento

Entro la fine del mese saranno portate a termine le procedure per l’accreditamento dell’Elenco sperimentale A; sono pervenute 116 domande per l’accreditamento di 160 “unità d’offerta”: 121 nidi, 22 micronidi, 17 nidi famiglia.

Hanno presentato domanda per l’iscrizione all’Elenco sperimentale B (soggetti che gestiscono servizi educativi comunali in strutture messe a disposizione dall’Amministrazione) 8 soggetti a due dei quali (Consorzio SIS e Cooperativa Eureka) è stata affidata la gestione di 53 unità d’offerta (21 nidi e 32 micronidi) suddivise in 7 macroaree per un totale di 1530 bambini.

Lo scorso luglio, i sindacati e le cooperative hanno firmato un documento che impegna le parti a "riassumere il personale attualmente in servizio tenendo conto dell’anzianità di servizio e dell’applicazione del C.C.N.L. delle Cooperative sociali, previa verifica dei parametri di riferimento stabiliti dal bando e/o comunque si impegnano a discutere con le OO.SS. le eventuali incongruenze".

Una soluzione che consente di tranquillizzare sia le famiglie per la continuità didattica, sia le educatrici per la riassunzione nelle nuove cooperative.

Orari più flessibili
L’orario di funzionamento della Scuola dell’Infanzia rimane fissato dalle ore 8.00 alle ore 18.00 (su richiesta motivata dei genitori l’orario di entrata può essere anticipato alle ore 7.30).

Il cosiddetto “orario base”, dalle 9.00 alle 16.00, è e rimane la fascia oraria privilegiata per lo svolgimento delle attività educative.

Strutture

Dal 2006 si sono attivati 4 nuovi servizi:
- nido via Ruffini 72 posti
- nido viale D’Annunzio 48 posti
- nido via Tadino 66 posti
- nido via Zuretti 72 posti

Ristrutturazioni complete:
- scuola dell’infanzia via Memmi 6 sezioni
- scuola dell’infanzia via Magreglio 5 sezioni
- scuola dell’infanzia via Arsia 5 sezioni
- scuola dell’infanzia Alzaia Naviglio Grande 3 sezioni
- scuola dell’infanzia Ucelli di Nemi 4 sezioni

Riqualificazione dei giardini delle seguenti scuole:
- scuola dell’infanzia di via Carnovali 18
- scuola dell’infanzia di via Meleri 12
- scuola dell’infanzia di via Ragusa 5
- scuola dell’infanzia di via Fortis 10
- scuola dell’infanzia di via A. da Baggio 64
- scuola dell’infanzia di via Quinto Romano 26
- scuola dell’infanzia di via Capuana 8
- nido di via A. da Baggio 56
- micronidi di via S. Uguzzone 10, via Pontano 43, via Pini 3.

E’ stato inoltre istituito un nuovo servizio: il Centro Prima Infanzia di via Forze Armate 175 (60 posti)

Previsti per l’avvio 2009-2010:
- nuova struttura Sordello (nido 72 posti e scuola dell’infanzia 5 sezioni),
- ristrutturazione completa delle scuole dell’infanzia di via Dandolo (3 sezioni) e via Guicciardi (8 sezioni),
- Tempo per le famiglie via Ucelli di Nemi,
- nido Mar Jonio, - cortile nido via Palmieri,
- giardini delle scuole dell’infanzia di via Imbonati 2 e di via Guicciardi 3.

Programmati e in corso d’opera:
- nido e scuola dell’infanzia di via Brivio,
- nido “Medardo Rosso”, - nido e scuola dell’infanzia Q.re Santa Giulia,
- nidi via De Andrè/Missaglia,
- giardini scuole dell’infanzia di via Feltre 68/3,
- micronidi Forze Armate, Baroni e Mezzofanti.

Programmati:
- ristrutturazione completa nido Bergognone,
- ristrutturazione scuola dell’infanzia via Martinetti,
- scuola dell’infanzia via Del Volga e rispettivi giardini di pertinenza.

Costantemente attivi appalti aperti per l’adeguamento degli impianti di sicurezza, prevenzione incendi, idoneità locali.

Organizzazione orari

L’orario di funzionamento della Scuola dell’Infanzia rimane fissato dalle ore 8.00 alle ore 18.00 (su richiesta motivata dei genitori l’orario di entrata può essere anticipato alle ore 7.30). Il cosiddetto orario base, dalle 9.00 alle 16.00, è e rimane la fascia oraria privilegiata per lo svolgimento delle attività educative, perché, oltretutto, vede la presenza di tutti i bambini della sezione. Sono però, altrettanto importanti i momenti iniziali dell’accoglienza e quelli della conclusione della giornata educativa.

La richiesta del modulo orario non implica per i genitori un’osservanza rigida, ma viene utilizzata per una migliore e appropriata programmazione del servizio. Il tutto comunque sarà gestito con flessibilità.
Nelle sezioni si continuerà ad avere la compresenza di due o più educatrici, nella fascia oraria stabilita dalla programmazione, tenute in debita considerazione le scelte dei genitori e, fatti salvi, in ogni caso, il diritto dei lavoratori e le norme contrattuali che regolano il rapporto di lavoro delle educatrici. Inoltre, ogni tre sezioni è prevista un’educatrice in più, come dotazione organica aggiuntiva, al fine di offrire una migliore qualità del servizio.

Accreditamento

A seguito delle direttive emanate dalla Regione Lombardia, l’Amministrazione comunale sta procedendo all’accreditamento delle strutture socio-educative presenti in città.
Si tratta della compilazione di elenchi di cui possono far parte soggetti accreditati, che rispondono cioè a criteri stabiliti dall’amministrazione, abilitati a erogare servizi per conto del Comune.

La Commissione ha esaminato le domande pervenute per la compilazione del cosiddetto “Elenco A” (strutture private che intendono essere accreditate e che possono convenzionarsi con il Comune) e dell’ “Elenco B”, dove saranno inseriti i soggetti idonei a gestire i Nidi comunali.

Per quanto riguarda l’Elenco sperimentale A sono pervenute 116 domande per l’accreditamento di 160 “unità d’offerta”: 121 nidi, 22 micronidi, 17 nidi famiglia.

Hanno presentato domanda per l’iscrizione all’Elenco sperimentale B (soggetti che gestiscono servizi educativi comunali in strutture messe a disposizione dall’Amministrazione) 8 soggetti a due dei quali (Consorzio SIS e Cooperativa Eureka) è stata affidata la gestione di 53 unità d’offerta (21 nidi e 32 micronidi) suddivise in 7 macroaree.

Tabella riepilogativa con i dati relativi ai servizi all’infanzia del Comune di Milano

Dove:
Sala Stampa di Palazzo Marino
Quando:
Martedì 1 Settembre - 10:00