.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 43 ospiti collegati
.: Anziani: soprallugo dell'Assessore Moioli agli alloggi protetti di Viale Jenner
Segnalato da:
Oliverio Gentile - Martedì, 18 Agosto, 2009 - 10:12
Di cosa si tratta:

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

ANZIANI. OGGI SOPRALLUOGO DELL'ASSESSORE MOIOLI AGLI ALLOGGI PROTETTI DI VIALE JENNER

Milano, 18 agosto 2009 - Oggi, 18 agosto, alle ore 14.30, Mariolina Moioli, assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche sociali, effettuerà un sopralluogo alla nuova struttura protetta per anziani di viale Jenner 31.
In questa occasione l'assessore Moioli fornirà un aggiornamento dei dati relativo al Piano Anticaldo 2009 del Comune di Milano.

P.S.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

ANZIANI. MOIOLI: “OGGI DAI NOSTRI OPERATORI OLTRE 2000 TELEFONATE PER MONITORARE L’ANAGRAFE DELLA FRAGILITÀ”

Sopralluogo all’alloggio protetto per anziani che sarà inaugurato a settembre. Sorgerà in un appartamento confiscato alla mafia.

Milano, 18 agosto 2009 – “Saranno 2.163 gli anziani che nei prossimi giorni saranno contattati telefonicamente dagli operatori dei servizi sociali del Comune di Milano. Si tratta degli anziani over 75, iscritti nell’Anagrafe della Fragilità, già seguiti dai nostri servizi che, secondo il Piano Anticaldo, hanno priorità sugli altri soggetti e che vengono monitorati costantemente per aiutarli e sostenerli nelle loro necessità”. Lo ha comunicato oggi Mariolina Moioli, assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche sociali che questa mattina, a seguito dell’eccezionale ondata di caldo segnalata dalla Protezione Civile, ne ha incontrato il responsabile milanese, Leonardo Cerri.

“Per tutte le attività di prevenzione che si renderanno necessarie rispetto a queste ondate di calore, siamo a disposizione per collaborare e gestire le eventuali emergenze” commenta Leonardo Cerri, che prosegue: “saranno coinvolte le Stutture Operative del Sistema Milano ed i nostri volontari qualora fosse opportuna la distribuzione di generi di conforto, come acqua e viveri”.

“Il Piano Anticaldo ha preso il via lo scorso 3 giugno – ha spiegato Mariolina Moioli – Ad oggi sono pervenute ai nostri Centri Multiservizi Anziani 23.586 telefonate, la maggior parte per richiedere la consegna di pasti a domicilio (7.766), la pulizia personale e della casa (circa 1.200) e gli accompagnamenti per il disbrigo di commissioni o visite mediche (circa 1.000). Molti chiedono solo di poter parlare con qualcuno per superare la solitudine e attendono la telefonata o la visita dell’operatore del Comune per riempire con un sorriso la loro giornata”.

Delle oltre 23.500 telefonate giunte ai CMA, 10.459 provengono dagli stessi anziani che chiedono l’erogazione di un servizio; 6.350 sono dei familiari; circa 1.200 dai vicini di casa o dagli amici. Sono anche i custodi sociali a segnalare casi di bisogno (dal 3 giugno a oggi sono state infatti 1.243 le telefonate) e i servizi pubblici come gli ospedali o le forze dell’ordine con 3.426 telefonate.

“Ogni anno - ha sottolineato l'assessore Moioli - molti anziani che iniziano a rivolgersi a noi durante il periodo estivo proseguono, nei mesi successivi, a essere aiutati dai servizi del Comune. Gradualmente finiscono per entrare 'a regime' fra i nostri assistiti. E' un processo che ci aiuta anche ad avere un quadro preciso delle necessità e dei problemi dei milanesi”.

Sempre per gli anziani, il Comune di Milano sta attivando nuove unità di offerta: alloggi e comunità protette, molte delle quali sorgeranno all’interno di immobili confiscati alla mafia. E' il primo caso in Italia in cui una pubblica amministrazione comunale impiega proprietà sottratte alla criminalità organizzata per metterle a disposizione del "sociale".

Strutture come l’appartamento di oltre 160 metri quadrati, situato in viale Jenner, che da settembre sarà abitato dai primi cinque anziani in carico ai servizi sociali.
Si tratta di uno dei 74 immobili confiscati alla mafia e utilizzato dall’assessorato alle Politiche sociali per fini istituzionali (l’abitazione, infatti, non rientra nei 70 lotti messi a bando dal Comune, gestiti dal Terzo settore, e destinato a iniziative sempre di carattere sociale).

“In questo appartamento, fornito di tutti i confort e di ampi spazi esterni, vivranno anziani con problemi abitativi e particolari condizioni di reddito” ha spiegato Mariolina Moioli mostrando ai giornalisti la struttura. “Abbiamo già individuato i cinque anziani che per primi verranno a vivere in questa casa – ha proseguito l’assessore alle Politiche sociali - . Con loro ci sarà anche un nostro operatore che li supporterà nella vita di tutti i giorni e che li supporterà in questa esperienza di vita in una piccola comunità, dove il mutuo aiuto sarà la parola d’ordine”.

Dove:
Viale Jenner 31
Quando:
Martedì 18 Agosto - 13:30