.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 66 ospiti collegati

.: Eventi

« Luglio 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

.: Candidati

.: Link

Pagina Personale

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Alessandro Rizzo
Mercoledì, 29 Luglio, 2009 - 17:43

50 ANNI DI SCUOLE CIVICHE - LA MOIOLI LE VUOLE CHIUDERE

Una storia gloriosa e unica: le civiche scuole di Milano hanno consentito
per 50 anni a generazioni  di studenti che non erano più in condizioni di
frequentare  le scuole statali  di completare gli studi e di diventare
professionisti, docenti, dirigenti d’azienda, o semplicemente di migliorare
la propria condizione lavorativa.
Un presente di qualità: all’esame di stato , tutti gli studenti dei civici
licei serali sono stati promossi.
Una vita difficile: sempre poco valorizzate, in particolare dalle ultime
giunte di destra che non hanno mai voluto pubblicizzare l’importante ed
unica opportunità offerta da queste scuole attraverso un’adeguata
informazione, in particolare presso gli istituti statali. Anzi, sempre
pronti (i vari assessori che si sono succeduti) con le forbici in mano a
tagliare classi, corsi e docenti. Quest’ultimo atto dell’assessore Moioli
più che colpo di forbice è un taglio di ghigliottina che taglia
indiscriminatamente sia dove le iscrizioni sono poche che dove sono molte,
come nei corsi di idoneità, inoltre  dove si potrebbero trovare soluzioni
diverse per mantenere e sviluppare il servizio – la Moioli sceglie  di
chiudere.
Siamo troppo maliziosi se pensiamo che così l’unica offerta che resta in
campo è quella delle scuole private? (con ben altri costi per le famiglie)
Questa Giunta ha dichiarato che nonostante i problemi di bilancio non
avrebbe tagliato i servizi sociali .  Non è così per le scuole civiche -
proprio quando in tempi di crisi economica servirebbero più istruzione e
formazione – non è così per gli asili nido – dove per risparmiare qualche
euro si abbatterà la qualità del servizio assieme  ai diritti ed ai già
magri stipendi delle lavoratrici.
Le scuole civiche vanno salvate! Bisogna investire e non tagliare su questa
storica risorsa della nostra città. Come primo passo le decisioni vanno
congelate fino a settembre quando si avrà un quadro più preciso delle
iscrizioni.
Noi, comunque ci batteremo fino in fondo per difendere e rilanciare questa
preziosa esperienza perché investire sull’istruzione significa costruire un
futuro migliore.

Consiglio Comunale di Milano - Gruppi consiliari
 Rifondazione Comunista
 Comunisti Italiani
Lista Uniti con Dario Fo