.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 86 ospiti collegati

.: Eventi

« Aprile 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
.: Diamo voce al futuro
Inserito da Pierfrancesco Maran il Lun, 24/04/2006 - 14:17
La mia lista:
L'Ulivo
Simbolo lista:
Diamo voce al futuro
Dove mi candido:
Consiglio Comunale di Milano
Foto Candidato:
Diamo voce al futuro
Io in breve:

 

Cosa ho fatto finora nella vita:
Ho 25 anni e sono nato il 27 maggio 1980 a Milano, città che mi è molto affine: io comprendo lei e lei comprende me. Mi sono appena laureato in Scienze Politiche all’Università Statale di Milano con 103. Sono cresciuto con i miei genitori e mia sorella Cecilia a Porta Venezia, dove tutt’ora abito.
Il mio impegno in politica è cominciato al liceo Volta con il Consiglio di Istituto e la Consulta provinciale studentesca, ma soprattutto attraverso la partecipazione e il confronto con gli altri studenti.
Nel maggio 1999 sono stato eletto Consigliere di Zona 3 (P.ta Venezia – Città Studi – Lambrate) nella lista dei Democratici di Sinistra. Nel maggio 2001 sono stato rieletto, risultando il candidato più votato. Dal 2002 sono Capogruppo dei DS.
Ho lavorato all’interno delle Commissioni per aumentare i servizi nella nostra Zona, a cominciare dalle biblioteche, dai Centri per gli anziani e per i giovani, per favorire le iniziative culturali, le associazioni di volontariato e per la difesa del verde pubblico, sempre con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita nei nostri quartieri.
Da questi sette anni ho imparato ad ascoltare, a condividere le scelte con i cittadini e a fare un’opposizione responsabile, propositiva e sul merito ma, quando necessario, ferma!
Nel tempo libero gioco a calcio nella squadra dell’oratorio di Via Redi, vado ai concerti con gli amici e al cinema con la mia ragazza. Amo scoprire i luoghi della Vecchia Milano e le sue tradizioni, leggo, leggo, leggo: fra i miei autori preferiti ci sono Milan Kundera, Italo Calvino, Andrea Camilleri, Giorgio Scerbanenco. Ma la mia vera passione è la politica. La politica come missione di donne e uomini liberi al servizio della collettività.
E’ per questo che ho deciso di continuare la mia esperienza candidandomi come consigliere comunale: per mettere al servizio della mia Milano entusiasmo, idee ed energie.
Vi spiego perchè mi candido:
Cara amica, caro amico,
Le elezioni del 28 e 29 maggio si tengono in un momento fondamentale  per la nostra città. Milano è una grande metropoli e il principale centro economico del Paese, con più di 358.000 imprese, 1.650.000 occupati e un P.I.L. pari ad oltre il 10% di quello nazionale. Forte rimane la sua propensione all’innovazione sociale e produttiva, così come importante è il ruolo ricoperto da cultura, sistema universitario, società civile e volontariato. Milano ha però bisogno di individuare delle linee guida per il suo futuro. La logica condominiale e aziendalista della destra ha impoverito le fasce più deboli, mortificando la storica vocazione della città, che ha sempre associato lo sviluppo economico alla coesione sociale. Per rilanciare la nostra città serve un governo metropolitano che sappia valorizzare il merito, attento ai nuovi bisogni sociali e alla qualità della vita, che punti sull’innovazione per trasformare Milano in una capitale della conoscenza, della cultura e della solidarietà. Insomma una capitale europea!

In Consiglio Comunale intendo impegnarmi per questi 3 obiettivi:

  • Milano viva e sicura 24 ore su 24, quartiere per quartiere, con iniziative culturali diffuse sul territorio, a cominciare dai giardini e dalle piazze cittadine.
  • Milano al servizio dei più deboli. Aria più pulita con investimenti nei mezzi pubblici e piste ciclabili. Trasporti gratis per gli anziani e nuovi asili nido.
  • Milano alla portata dei giovani. Controllo del prezzo degli affitti e prestito d’onore per i giovani col contributo del Comune. Una carta giovani cittadina per sconti a cinema, mostre, teatro.
E-Mail Candidato:
scrivi@piermaran.it