.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 49 ospiti collegati
.: Discussione: Operazione trasparenza: Presidente Palmeri e Consiglieri presentano progetto banca dati on line del Consiglio comunale

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 1 Giu 2010 - 16:10
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

CONSIGLIO, ON LINE I REDDITI 2008. PALMERI: “A MILANO PROSEGUE OPERAZIONE TRASPARENZA, ORA CAMBIARE LEGGE SU OBBLIGO PUBBLICITÀ” 

Milano, 1° giugno 2010 – Le dichiarazioni dei redditi del 2008 dei consiglieri comunali sono a disposizione di tutti i cittadini attraverso il sito internet www.comune.milano.it, in aggiunta alla pubblicazione all’Albo Pretorio obbligatoria per legge (legge n. 441 del 5 luglio 1982 per la pubblicità della situazione patrimoniale dei titolari di cariche elettive e direttive). 

“A Milano prosegue l’operazione trasparenza del Consiglio comunale – ha commentato il Presidente Manfredi Palmeri – rispettando la legge non solo in modo formale ma anche sostanziale: nello spirito della massima chiarezza tra elettori ed eletti, abbiamo scelto infatti di pubblicizzare i dati sui redditi e sul patrimonio dei consiglieri anche attraverso la rete, che è l’Albo Pretorio del terzo millennio. Si tratta di un ulteriore tassello dell’Anagrafe pubblica degli eletti che, nei suoi elementi principali, sarà presentata in occasione del quarto anniversario di insediamento del Consiglio, avvenuto il 23 giugno 2006”. 

“E' urgente ora cambiare una norma ferma a 28 anni fa – ha detto il Presidente Palmeri – estendendo l’obbligo della pubblicità a tre nuove categorie: agli assessori, che con l’attuale sistema elettorale non possono più essere consiglieri, agli amministratori delle società partecipate e controllate dagli Enti locali, che direttamente o indirettamente gestiscono risorse pubbliche, a tutti i Comuni italiani perché serve visibilità anche dei dati di quelli sotto i 100mila abitanti”.
In risposta al messaggio di Antonella Fachin inserito il 31 Maggio 2010 - 17:33
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]