.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 40 ospiti collegati
.: Discussione: Pile esauste, l'arte di arrangiarsi

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Mario Maggi

:Info Messaggio:
Punteggio: 10
Num.Votanti: 2
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Mario Maggi il 4 Lug 2009 - 14:23
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

A Milano sono sparite praticamente tutte le possibilita' per i cittadini di gettare via le pile esauste. Prima c'erano dei raccoglitori davanti alle scuole, nei supermercati, nelle cartolerie, nei punti dove si vendevano le pile. Ora questi contenitori sono tutti spariti, secondo voi dove finiscono ora le pile inquinanti? Da notare che ne usiamo sempre di piu', quindi ci sono maggiori scarti.

Eravamo abituati bene, ora dobbiamo imparare l'arte di arrangiarsi. Io per esempio dovrei prendere l'auto, fare 5 km in citta' per raggiungere la discarica comunale, non mi bastano 40 minuti nel traffico, per cui scelgo altre soluzioni.
Dov'e' il passo avanti nella tutela ambientale? Il sito http://www.cdcpa.org (sede a Milano con telefono di Roma) che dovrebbe curarsi del problema non da' alcuna indicazione.

L'informazione ai cittadini e' totalmente assente. 

Un discorso simile si potrebbe fare per le cartucce delle stampanti, quasi tutti le buttano tra la plastica o nel sacco nero.