.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 49 ospiti collegati
.: Discussione: Lettera aperta alle istituzioni comunali nell'ANNO DEDICATO AL RESPIRO

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Anna Celadin

:Info Messaggio:
Punteggio: 4
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Anna Celadin il 29 Maggio 2009 - 11:47
Discussione precedente · Discussione successiva

Lettera aperta alle istituzioni comunali nell’ANNO DEDICATO AL RESPIRO
 
L’Associazione Dialoghi Necessari è da sempre impegnata per l’affermazione della sicurezza sui luoghi di lavoro e per la tutela della salute delle cittadine/cittadini e lavoratrici/lavoratori.
Il 2009 è l’ANNO DEL RESPIRO, mentre il mese di Maggio è stato dichiarato MESE CONTRO IL FUMO da Lega Tumori ed altri; anche noi come Associazione vogliamo essere in prima linea per questa battaglia di civiltà.
 
La nostra specificità in questa campagna ha un valore aggiunto in termini di richiesta di più educazione e di cultura, soprattutto, legata alla politica della prevenzione sulla dipendenza dal tabacco e alla gravità delle conseguenze.
 
Di prevenzione si parla tanto ma si fa poco e male anche nei luoghi di lavoro. Si investe molto per la diagnosi precoce delle malattie da “fumo” e quasi nulla verso l’educazione per garantire e tutelare la salute delle persone proprio dai pericoli del fumo attivo o passivo.
 
Sempre più spesso riceviamo sollecitazioni e lamentele cittadini e dipendenti comunali per le quotidiane violazioni alla LEGGE sul divieto di fumo negli uffici civici.
 
Il tanfo di fumo si avverte spesso già nelle scale, negli atri, nei corridoi e anche nei bagni. Luoghi questi non adibiti al libero fumare. Ci sono luoghi e/o uffici, con esempi a bizzeffe, dove si fuma impunemente nonostante cartelli agli ingressi, avvisi sui piani, ordinanze vigenti.
 
Ci sono numerosi episodi di trasgressori che si mettono alle finestre – ed è come se fumassero all’interno degli uffici – lasciano cadere la cenere sui davanzali e gettano le cicche sulla parte interna ovvero sulle coperture.
 
Questi fatti sono evidenti a tutti: lo spettacolo che si presenta sotto gli occhi di chiunque è indecoroso per usare un eufemismo e non è detto che possano pregiudicare anche la sicurezza delle diverse strutture comunali.
 
Dialoghi Necessari sostiene queste iniziative di monitoraggio e prevenzione della sicurezza sui luoghi di lavoro e per la tutela della salute (art. 32 della Costituzione) e si rende disponibile a raccogliere segnalazioni e reclami (nel pieno rispetto delle leggi sulla privacy).
 
La Presidente
Anna Celadin
Milano 21 maggio 2009
 
 
Il presente testo viene inviato:
SINDACO LETIZIA MORATTI
VALERIA PEVERELLI
GIUNTA COMUNALE
DIRETTORE GENERALE GIUSEPPE SALA
SEGRETARIO GENERALE GIUSEPPE MELE
DIFENSORE CIVICO ALESSANDRO BARBETTA
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE MANFREDI PALMERI
DATORE DI LAVORO DELEGATO DEL COMUNE DI MILANO RICCARDO ALBERTINI
MINISTERO DELLA SALUTE D. GALEONE