.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 31 ospiti collegati
.: Discussione: Basmetto news - Articoli pubblicati su Milanosud

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Nadia Mondi

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Nadia Mondi il 22 Dic 2009 - 23:29
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Milanosud, novembre 2009

Mentre le istituzioni tacciono
Al Basmetto l'inquinamento non dà tregua

La vicenda CCM e Basmetto sembra avere raggiunto un punto di stallo. Il blocco della via Chiesa Rossa da parte dei lavoratori della ditta, nell’agosto di quest’anno, è stato l’ultimo evento eclatante che ha riacceso il dibattito su questa problematica ed è stato l’occasione per la pubblicazione di vari articoli sull’argomento. Dopodiché il silenzio. Ovviamente ci riferiamo al silenzio da parte delle istituzioni, non certo da parte della CCM che ha continuato instancabilmente a svolgere la propria attività creando la consueta quantità di rumore molesto e di polveri e gas di scarico dispersi nell’aria.
Nulla di cambiato apparentemente. Eppure le notizie che l’azienda A2A abbia ritirato l’incarico di tutti i lavori che aveva commissionato alla CCM, sembra confermata. E di questo dobbiamo ringraziare il consigliere comunale Carlo Montalbetti che nel giugno 2009 aveva presentato una interrogazione in Consiglio Comunale a proposito dell’aggiudicazione di un appalto A2A da parte della ditta CCM.
Perché parliamo di silenzio delle istituzioni? Perché il comitato Basmetto ha ripetutamente contattato molti uffici competenti per chiedere una rapida soluzione del problema.
Fin dal 21 maggio 2009 alcuni rappresentanti del comitato sono stati ricevuti a Palazzo Marino dall’Assessore alla Sanità Landi di Chiavenna. Non se n’era parlato prima perché le indagini, che erano previste allo scopo di chiarire la situazione, potessero svolgersi nella piena discrezione. Oggi, a distanza di parecchi mesi, riteniamo che sia giunto il momento di rendere pubblico questo incontro. Il colloquio con l’Assessore è stato breve ma esaustivo; il nostro racconto della vicenda fin dalle origini e la descrizione del disagio che ogni giorno gli abitanti devono sopportare lo hanno lasciato incredulo ed esterrefatto. A conclusione dell’incontro ci ha salutato con la promessa di approfondire il caso ed intervenire per quanto attiene alle sue competenze. Nei giorni seguenti abbiamo fatto pervenire alla segreteria dell’assessorato un dossier sulla questione, come da lui richiesto, e abbiamo atteso che la sua promessa di interessamento cominciasse a dare i suoi risultati.
Ma tutto questo fa parte del passato, risale addirittura a prima della protesta di agosto.
Successivamente il comitato ha scritto una lettera direttamente al sindaco Moratti per chiedere urgentemente un incontro, ma anche in questo caso, nessuna risposta.
E nel frattempo l’attività procede indisturbata. Anzi, l’attività sembra avere in atto addirittura un cambiamento. Infatti sempre più spesso si vedono entrare e uscire dall’area della CCM, camion che, invece di portare sul loro fianco il nome dell’azienda verniciato in bianco su fondo azzurro, mostrano una nuova sigla: GVR. Questa novità può significare solo una cosa: che esiste un’altra società che lavora insieme alla CCM.
A questo punto sorgono spontanei molti interrogativi: chi sta dietro alla GVR? Perché camion con sigla GVR entrano ed escono dall’area della CCM e svolgono gli stessi lavori?
Recentemente in un cantiere della ditta A2A sono stati visti un camion e una ruspa siglati GVR. Segno che A2A ha commissionato dei lavori a GVR. Ma chi è la GVR e cosa ha a che fare con la CCM? Il pensiero che un’altra azienda possa insediarsi insieme alla CCM, desta forte preoccupazione.
A fronte di una eccessiva lentezza di risposta da parte delle istituzioni e di un andamento costante dei “lavori in corso” delle due ditte, i “lavori in corso” da parte del comitato Basmetto stanno prendendo un’altra direzione: dal dialogo con le istituzioni, alla messa in atto, di nuovo, di prossime azioni di protesta.
In risposta al messaggio di Nadia Mondi inserito il 24 Maggio 2009 - 22:21
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]