.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 37 ospiti collegati
.: Masseroli a workshop su riqualificazione aree degradate
Segnalato da:
Oliverio Gentile - Lunedì, 18 Maggio, 2009 - 15:36
Di cosa si tratta:
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

MASSEROLI A WORKSHOP SU RIQUALIFICAZIONE AREE DEGRADATE

Milano, 18 maggio 2009 – Domani, martedì 19 maggio, alle ore 10.00, all’Auditorium San Fedele di via Hoepli 3/b, l’assessore allo Sviluppo del Territorio Carlo Masseroli introdurrà i lavori del workshop “La riqualificazione delle aree degradate. Le modalità d’intervento nelle 147 aree delle zone B2”.
Nel corso dell’incontro saranno fornite indicazioni pratiche sui tipi d’intervento (restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione, edificazione) e sugli strumenti amministrativi necessari per l’esecuzione dei lavori (permesso di costruire, denuncia di inizio d’attività, permesso convenzionato, piano esecutivo).
Interverranno Paolo Simonetti, direttore centrale dell’Assessorato allo Sviluppo del Territorio, Antonello Mandarano dell’Avvocatura comunale e Achille Rossi, direttore del settore Piani e programmi esecutivi per l’edilizia.

P.S.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

URBANISTICA. MASSEROLI: “SBLOCCATI 10 MILIONI DI MQ DI AREE DA RIQUALIFICARE DOPO TRENT’ANNI DI ATTESA”

Milano, 19 maggio 2009 – “Un altro tassello della rivoluzione urbanistica di Milano è stato sistemato”. Lo ha dichiarato questa mattina l’assessore allo Sviluppo del territorio Carlo Masseroli introducendo i lavori del workshop dedicato alle modalità di intervento per le aree degradate inserite nelle cosiddette zone B2.

All’incontro, che era rivolto in particolare agli operatori di settore e ai proprietari delle aree, è stato spiegato come classificare gli interventi di restauro, di risanamento conservativo, di ristrutturazione e di nuova edificazione. Come ottenere il permesso di costruire, la denuncia di inizio attività e il tipo di strumento amministrativo necessario per eseguire gli interventi. Insomma una serie di informazioni che i cittadini aspettavano da decenni.

“Purtroppo – ha aggiunto l’assessore Masseroli – a causa dei limiti imposti dal vecchio Piano regolatore e per l’eccessiva gabbia legislativa che regola il settore dell’urbanistica, le cosiddette zone B2 hanno rappresentato per Milano un’importante risorsa che non è stata mai adeguatamente valorizzata. In oltre 10 chilometri quadrati di territorio non si poteva infatti costruire, ristrutturare, demolire. Soprattutto non si potevano mettere al centro dell’attenzione le esigenze dei cittadini. La vera rivoluzione è proprio questa: riqualificare la città in ambiti che per trent’anni sono rimasti degradati”.

Tutta la documentazione relativa alle varianti delle zone B2 è disponibile sul sito www.comune.milano.it/variantiB2

scheda tecnica
mappa delle zone B2
Dove:
Auditorium San Fedele di via Hoepli 3/b
Quando:
Martedì 19 Maggio - 09:00