.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 38 ospiti collegati
.: Violenza sulle donne: al via primo corso di formazione rivolto a forze dell'ordine
Segnalato da:
Oliverio Gentile - Mercoledì, 6 Maggio, 2009 - 13:44
Di cosa si tratta:
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

VIOLENZA ALLE DONNE. AL VIA PRIMO CORSO DI FORMAZIONE RIVOLTO A FORZE DELL'ORDINE

Milano, 6 maggio 2009 - Prenderà il via domani, con una sessione plenaria nella Sala Alessi di Palazzo Marino, il primo corso in Italia rivolto alle Forze dell'Ordine che ha come obiettivo il potenziamento di una rete di intervento dedicata alle vittime della violenza. Nel corso dell'incontro saranno presentati alcuni strumenti: un vademecum per gli operatori che occupano una posizione di “frontiera” rispetto alle potenziali vittime dei reati di riduzione in schiavitù e tratta; e la "processing card", per un corretto intervento delle pattuglie e delle volanti in caso di segnalazione alla centrale operativa di casi di maltrattamento.

Il programma della giornata

- ore 9.30 Mariolina Moioli, assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche sociali
Presentazione del corso e dei dati 2008 relativi alla violenza sessuale, ai maltrattamenti in famiglia e allo sfruttamento sessuale e lavorativo nella città di Milano

- ore 10.15 don Virginio Colmegna, coordinatore dei corsi
Organizzazione e obiettivi della formazione

- ore 10.45 Alessandra Kustermann, responsabile del Soccorso Violenza Sessuale e Domestica della clinica Mangiagalli
Presentazione della rete cittadina dei servizi per le donne vittime di violenza e maltrattamenti

- ore 11.30 pausa e incontro con i giornalisti nella Sala stampa di Palazzo Marino

Seguiranno gli interventi del dott. Marco Ghezzi, Pubblico Ministero presso il Tribunale Ordinario
di Milano sul ruolo delle Forze dell’Ordine e la gestione delle indagini e la presentazione
della “processing card” a cura del dott. Francesco Messina, dirigente della Squadra Mobile di Milano;
Ten. Col. Lorenzo Falferi, del Comando Provinciale Arma dei Carbinieri e del dott. Emiliano Bezzon Comandante della Polizia Locale.

P.S.

Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

VIOLENZA ALLE DONNE. DA MILANO UN NUOVO APPROCCIO PER AFFRONTARE IL PROBLEMA

Milano, 7 maggio 2009 – Sono più di 300 gli uomini e le donne appartenenti alle Forze dell’Ordine che, a partire da oggi, parteciperanno al corso organizzato dal Comune di Milano, per ampliare le conoscenze e approfondire le tecniche per la gestione dei casi di violenza contro le donne e i minori.

“Un progetto innovativo, primo in Italia – ha spiegato l’assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche sociali Mariolina Moioli – che vede le Forze dell’Ordine lavorare al fianco degli operatori sociali. Da oltre un anno e mezzo, il Comune ha costituito e coordina la rete di associazioni che si prendono cura delle donne che hanno subito violenza. Con il percorso che prende il via oggi vogliamo offrire uno strumento in più a coloro che, come le Forze dell’ordine, si trovano spesso a contatto con storie di sofferenza che bisogna saper interpretare”.

Tra gli obiettivi del corso vi è anche quello di far cambiare, nella vittima e nell’operatore di polizia, l’idea che il reato di violenza cosiddetta intrafamiliare non è un fatto privato, ma un grave reato contro la persona.

“I corsi di formazione agli ufficiali dell’Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato Guardia di Finanza e Polizia Locale, che a loro volta saranno chiamati a formare altri 500 operatori della ‘polizia di prossimità’ - ha aggiunto l’assessore –, rientrano tra le azioni di sostegno sociale e recupero contenute nelle ordinanze comunali emanate dal Sindaco Moratti. Abbiamo infatti predisposto una serie di interventi che da un lato individuano i bisogni e dall’altro sostengono le persone in condizione di disagio, tramite percorsi di reinserimento sociale e lavorativo”.

“Quello che avviamo oggi è un importante percorso formativo – ha dichiarato don Virginio Colmegna, coordinatore dei corsi – che vede confrontarsi professionalità diverse su un tema particolarmente delicato quale quello della violenza sulle donne e sui bambini che vi assistono. Forze dell’Ordine e operatori sociali si confrontano – ha concluso don Colmegna - e mettono a disposizione della città un’esperienza che contribuirà a rendere la nostra città sempre più accogliente e sicura”.

“Per contrastare la violenza è estremamente importante un cambiamento culturale e sociale che preveda sensibilizzazione e informazione, attività di educazione di prevenzione e di cura, e un potenziamento della collaborazione tra strutture territoriali, associazioni, Forze dell’Ordine e magistratura – ha detto Alessandra Kustermann, responsabile del Soccorso Violenza Sessuale e Domestica del Policlinico, Mangiagalli -. Il corso che inizia oggi, si propone di offrire strumenti che consentano di aiutare le persone vittime di violenza sin dal primo contatto con le FFO e la Polizia locale. Il Comune di Milano, nel dicembre 1987, ha aperto uno sportello contro la violenza domestica all’interno del Pronto soccorso della Fondazione IRCCS Ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena, che ancora oggi aiuta ad ascoltare, fin dai primi momenti, i problemi delle persone che hanno subito violenza sessuale e maltrattamenti da parte di operatori psicosociali e sanitari esperti. La rete che il Comune di Milano coordina – ha concluso - e che comprende l’Associazione ‘Casa delle Donne maltrattate di Milano’, la fondazione Caritas Ambrosiana, l’associazione ‘Telefono Donna’, la Cooperativa ‘Cerchi d’acqua’, l’associazione SVS DonnAiutaDonna’, il Ce.A.S Centro Ambrosiano di Solidarietà, ha dimostrato negli anni di essere un punto di forza della città nella prevenzione e nel contrasto alla violenza e al maltrattamento contro le donne. Basti pensare che lo scorso anno gli operatori sono entrati in contatto con 762 donne”.
Dove:
Sala Alessi di Palazzo Marino
Quando:
Giovedì 7 Maggio - 08:30