.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 74 ospiti collegati

.: Eventi

« Ottobre 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Antonella Fachin
Giovedì, 23 Aprile, 2009 - 16:07

e gli aerei continuano a volare su Milano!

Carissimi/e,

sulla zona est di Milano si continua a sentire i rombi dei motori degli aerei in decollo da Linate e tutto questo grazie all'assessore Croci!!!
Al consiglio di zona 3 il 16 aprile scorso ho quindi presentato l'ennesima mozione su questo problema, per sollecitare la definitiva soluzione del problema.
Cordiali saluti
Antonella Fachin
---------------------------- 
M O Z I O N E   U R G E N T E

Presentata nella seduta del 16 aprile 2009 dalla consigliera:
Antonella FACHIN (Uniti con Dario Fo per Milano)

Oggetto:  Rotte aeree in decollo da Linate e disagi dei milanesi
PREMESSO CHE
- l’Assessore Croci ha promosso la sperimentazione di nuove rotte aeree in decollo dall’aeroporto di Milano-Linate da parte di ENAC dopo aver consultato i rappresentanti politici della Commissione Aeroportuale, ma non i consigli di zona interessati dall’esperimento;
- la sperimentazione sui decolli da Linate ha coinvolto l’intera zona nord-est della città di Milano che è stata interessata dal sorvolo, a bassa quota, di almeno 60 aerei al giorno, con inizio alle ore 6.30 e termine alle ore 23.30;
- le dichiarazioni iniziali dell’Assessore Croci e dei consulenti tecnici del Comune di Milano sono state smentite dai fatti, che hanno confermato la legittimità e la fondatezza dei disagi denunciati dai cittadini milanesi;
- l’Assessore Croci ha dovuto quindi riconoscere il fallimento della sperimentazione secondo il progetto del consulente tecnico del Comune di Milano, Air Support s.r.l., e chiedere all’ENAC:
1)      l’abolizione della rotta 330 sperimentale e il parziale ripristino della rotta 340 originaria, dato che la rotta 330 passava sulla zona est di Milano e in particolare sopra l´area ex Innocenti e su una parte del quartiere di Lambrate;
2)      l’effettuazione di un nuovo monitoraggio, per verificare se effettivamente esistono situazioni di criticità.
CONSIDERATO CHE
- contrariamente all’asserzione circa il ripristino dello “status quo ante”, la situazione attuale della radiale 340 non corrisponde alla situazione prima della sperimentazione: i voli che oggi solcano la radiale 340 sono più che raddoppiati, dato che prima rappresentavano solo il 11% dei voli e ora costituiscono il 25% del totale dei decolli;
- i cittadini della zona est continuano a segnalare il rumore assordante di aerei in decollo da Linate, a causa delle frequenti e numerose dispersioni nelle radiali limitrofe (a ovest della 340), soprattutto tra le 6,00 e le 7,00 del mattino e verso le 22,30 - 23,30 della sera.
- allo stato attuale il Comune di Milano ha peggiorato la qualità della vita dei propri cittadini e ha di fatto consentito al solo Comune di Segrate di avvantaggiarsi della situazione, favorendo nuovi e continui progetti di edificazione sul suo territorio (v. ad es.: il nuovo quartiere Santa Monica e “la città del tempo libero” nell’area dell’ex dogana);
- i cittadini di Milano sono tuttora preoccupati per la propria salute e sicurezza per il permanere dell’inquinamento acustico e atmosferico di tutta la zona nord-est della città;
- l’assessore Croci in data 19 febbraio 2009 ha dichiarato che in caso di criticità “provvederemo subito con nuovi interventi al fine di migliorare l’efficienza del sistema aeroportuale milanese, con particolare attenzione alla tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente”;
Tutto ciò premesso, il Consiglio di Zona 3
CHIEDE
al Sindaco di Milano,
all’Assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente Edoardo Croci,
all’Assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna,
alla Direzione Centrale Mobilità Trasporti Ambiente,
ai Settori competenti per materia
-         di sapere quando i dati nuova verifica di ENAC sulla rumorositá della radiale 340 saranno resi disponibili e di conoscere con tempestività l’esito della predetta verifica;
-         di tener conto delle segnalazioni -per niente peregrine- dei cittadini della zona est di Milano, danneggiati dalla decisione dell’assessore del Comune di Milano, Edoardo Croci, di promuovere, a spese del Comune di Milano, il cambiamento delle rotte aeree in decollo da Linate;
-         di rimediare rapidamente ai disagi provocati ai cittadini milanesi mediante l’effettivo ripristino del preesistente numero di voli sulla radiale 340, onde ritornare ai soli voli che "solcavano" la radiale 340 ante sperimentazione e che rappresentavano il 11% del traffico aereo e non il 25% come oggi;
-         di conoscere quanto sinora il Comune di Milano ha speso a seguito della sperimentazione promossa non dal Comune di Segrate, come sarebbe stato comprensibile, bensì da un proprio Assessore, sulla base del progetto predisposto dalla società di consulenza del Comune di Milano, Air Support s.r.l.;
-         di risolvere il contratto con la società Air Support s.r.l., dato che essa ha fallito nell’incarico e ha provocato disagi ai cittadini del Comune di Milano, suo committente.
Milano, 16 aprile 2009