.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 15 ospiti collegati
.: Impatto, l'arte dialoga con San Vittore
Segnalato da:
Flavio Pellerito - Martedì, 21 Aprile, 2009 - 14:17
Di cosa si tratta:

Impatto, l'arte dialoga con San Vittore





Luogo: CAM Ponte delle Gabelle, via San Marco, 45, Milano

Data: da lunedì 4 maggio fino a venerdì 15 maggio 2009 esclusi sabato e domenica, ore 8-20

Inaugurazione: lunedì 4 maggio ore 17.00, con rinfresco


Lunedì 4 maggio 2009, si apre, presso il C.A.M. “Ponte delle Gabelle”, in via San Marco 45 a Milano, dalle ore 17.00, la prima esposizione delle opere realizzate nel laboratorio “Impatto, l'arte dialoga con il territorio”, svoltosi all'interno della casa Circondariale di San Vittore, Milano.

Il laboratorio, sotto l'egida dell'Ass. Tratti Discontinui, è iniziato nell'ottobre 2008 nel Reparto “La Nave”, quando, con alcuni ospiti della casa, si è iniziata la produzione di manufatti utilizzando materiale di recupero: carta di giornale e cartoni.

A tale laboratorio hanno partecipato, alternandosi, circa 20 persone.

Seppur abituate all'utilizzo di materiali tra i più disparati, recuperabili all'interno di una struttura carceraria, quali pacchetti di sigarette vuoti, stracci, cartoni da imballo, bottiglie di plastica, non ne avevano ipotizzato, se non pochissimi, un uso artistico, slegato da funzioni di utilità.

Con il laboratorio Impatto, invece, si costituito un gruppo affiatato che ha creduto nella possibilità di creare arte partendo da materiali di recupero, lasciando libera la creatività.

Ne è venuta fuori una produzione molto originale.

L'indole artistica personale, libera e non governata, ha lasciato agli autori del laboratorio la facoltà di creare manufatti, lavorando con le proprie suggestioni inconsce. Così inizialmente i lavori hanno fatto riferimento agli ideali di grande respiro come la pace, l'uomo, la libertà, e non hanno trascurato un atteggiamento rispettoso verso il bel disegno, la somiglianza con il vero.

Questo ha dato luogo ad una prima serie di cartoni molto colorati, con segni geometrici, simboli e figurazioni.
Nel segno della liberazione della creatività da preconcetti, l'associazione Tratti Discontinui ha dato una modalità esecutiva nella preparazione dei cartoni, consigliando solo che le scatole di cartone mantenessero la forma a parallelepipedo.

L'ultimo lavoro del laboratorio, ancora incompleto, è invece una parete di scatole di cartone con la rappresentazione di una galea. Tale lavoro è la rappresentazione dell'unitarietà del gruppo di persone del laboratorio, e della salvaguardia dell'individualità che si realizza, nella preparazione personale, fino alla resa grafica, di ogni scatola.

Il laboratorio ha nel momento espositivo al C.A.M. del Ponte delle Gabelle, quello a cui diamo visibilità con questo comunicato, un suo punto di arrivo importante: pubblicare (rendere pubblico) il lavoro di un gruppo di persone non avvezze all'arte che si è improvvisato artista, fino a produrre materiale che abbia la dignità di essere reso visibile ad un pubblico di fruitori. Sembra un piccolo passo, ma, la maggior differenza tre ogni artista che c'è in noi e quelli celebrati, sta proprio nell'aver il coraggio e la volontà di mostrare le proprie opere.

Concludiamo questo piccolo comunicato con i ringraziamenti, in particolare a:

Chicco, David, Daniela, Fiamba, Giovanni, Graziella, Laura, Elena, Mamo, Marco, Matilde, Muzio, Isi, Roberto, Rocco, Simone e a tutti gli altri amici di San Vittore.


Riferimenti: ass. Tratti Discontinui, via Foppa, 6 20144 Milano, www.tratti-discontinui.org

mob. Arch. Pellerito 3383089967

Dove:
CAM Ponte delle Gabelle, via S. Marco 45
Quando:
Da Lunedì 4 Maggio - 16:00 a Sabato 16 Maggio - 18:00
Chi organizza:
C.d.Z. 1 a cura Ass. Tratti Discontinui
Contatti:

Riferimenti: ass. Tratti Discontinui, via Foppa, 6 20144 Milano, www.tratti-discontinui.org

mob. Arch. Pellerito 3383089967