.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 51 ospiti collegati
.: Discussione: Un anno di attività della Polizia Locale

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 26 Feb 2009 - 17:53
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Da milano.corriere.it:

http://milano.corriere.it/milano/notizie/politica/09_febbraio_26/patto_contro_smog_comune_regione_inquinamento_aria-1501038600905.shtml

personale DALLA LOMBARDIA per verificare i livelli di smog E MULTARE I TRASGRESSORI

Un patto contro lo smog tra Comune
e Regione :«Più controlli sui veicoli»


Lo hanno siglato ieri la Moratti e Formigoni. Nel mirino i mezzi ad alta emissione di polveri sottili

MILANO - Corsa ai ripari. Mentre Milano tocca vette di Pm10 mai raggiunte e Legambiente paragona il 2009 agli «orribili» 2006 e 2007, mentre Verdi di Comune e Regione chiedono ronde antismog e Assoconsumatori indice un referendum tra i milanesi, Letizia Moratti e Roberto Formigoni annunciano: «Potenzieremo i controlli sui veicoli inquinanti». Patto per la qualità dell'aria. Lo hanno siglato ieri il sindaco di Milano e il presidente della Lombardia. Obiettivo: garantire più controlli sui mezzi ad alta emissione di polveri sottili (Euro zero e diesel Euro 1) per i quali la Regione ha disposto il blocco dalle 7.30 alle 19.30 dal 15 ottobre al 15 aprile. L'intesa arriva dopo la lettera di Formigoni in cui si richiamavano i 210 sindaci della zona critica a rispettare le regole antismog.

Ebbene, da oggi la Lombardia mette a disposizione di Milano personale e strumenti per verificare i livelli di smog. Multe in arrivo per chi viola la legge. Con pattuglie di vigili nelle zone nevralgiche della città, controlli su tutti i mezzi e sui gas di scarico. La situazione, del resto, non lascia molte alternative: secondo Legambiente la cappa di smog che sovrasta la Val Padana non sembra intenzionata a dissolversi e le previsioni indicano che i valori di inquinamento continueranno a salire. Risultato: i primi due mesi del 2009 si avvicinano drammaticamente ai «pessimi» 2006 e 2007, quando in città si raggiunsero i 48 e 45 giorni di superamento delle soglie consetite.

Commento: «Milano ha già sforato i limiti per 37 volte (la Ue ne permette 35). Siamo all'emergenza permanente e la politica è impotente». Record: la centralina del Verziere martedì ha raggiunto la concentrazione di Pm10 più alta degli ultimi 5 anni: 187 microgrammi per metro cubo. Fino a 200 nella zona Est, quattro volte il limite consentito. Provocazione di Maurizio Baruffi e Carlo Monguzzi: «Agli ambientalisti spetta forse il compito di promuovere le prime ronde antismog ». Andrea Poggio, vicedirettore nazionale di Legambiente, dice: «Milano dovrebbe estendere subito l'Ecopass». Diversa la proposta di Assoconsumatori: «Chiediamo misure più drastiche come la chiusura del centro storico». Sandro Miano, presidente regionale, annuncia: «Faremo un sondaggio: i milanesi ci diano pareri e proposte».

Annachiara Sacchi

26 febbraio 2009

In risposta al messaggio di Antonella Fachin inserito il 18 Feb 2009 - 12:55
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]