.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 125 ospiti collegati

.: Eventi

« Agosto 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

.: Candidati

.: Link

Pagina Personale

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Alessandro Rizzo
Giovedì, 29 Gennaio, 2009 - 17:11

prove incontestabili dell'utilizzo di fosforo bianco a Gaza

Gruppo Consiliare La Sinistra

Consiglio di Zona 4 Milano

via Oglio, 18
20139 Milano tel. 02 884.58400
fax 02 884.58418

Milano, 29 gennaio 2009

Alla c.a.
Della Presidenza del Consiglio Comunale di Milano;
del Consiglio di Zona 4 di Milano e di tutte le sue componenti

Comunicazione

prove incontestabili dell'utilizzo di fosforo bianco rilevato dai ricercatori di Amnesty international a Gaza

"I soldati (israeliani) hanno bombardato la casa e ucciso mia madre, mio padre, la mia bambina e 25 altri componenti della mia famiglia. Perché? Noi non siamo Hamas, non siamo combattenti. Perchè ci hanno fatto questo?"

[Salah Sammouni, Gaza - Gennaio 2009]

La comunicazione che abbiamo fatto come Gruppo La Sinistra lo scorso Consiglio di Zona del 15 gennaio di devolvere il gettone di presenza della seduta a cause in solidarietà alle popolazioni civili della Striscia di Gaza, era conseguente all'aggressione israeliana alla popolazione civile nei riguardi soprattutto delle bambine e dei bambini vittime primarie di una violenza efferata e di un crimine contro l'umanità.

Con il fragile cessate-il-fuoco in atto ora a Gaza e nel sud d'Israele, diventano sempre più chiare le dimensioni della devastazione provocata nelle ultime settimane.

Amnesty International ha rivelato in questo ultimo periodo di maggiore possibilità di verifica e di analisi la presenza di armi al fosforo utilizzate dall'esercito israeliano e causanti danni irreparabili sulle popolazioni colpite.

I ricercatori di Amnesty International, pertanto, in visita a Gaza e nel sud d'Israele hanno rinvenuto prove dei crimini di guerra e di altre gravi violazioni del diritto internazionale compiuti da tutte le parti in conflitto.

 

“Le operazioni militari israeliane a Gaza hanno causato la morte di centinaia di civili palestinesi, devastato le infrastrutture e provocato una catastrofe umanitaria. Alcuni attacchi sono stati diretti ai civili o a strutture civili nella Striscia di Gaza, o sono risultati essere sproporzionati”, si legge nel rapporto di Amnesty International.

Si rivela, infine, da parte delle ispezioni e delle ricerche promosse dai ricercatori di Amnesty International, l'uso indiscriminato di fosforo bianco contro i civili palestinesi in aree densamente popolate di Gaza, come anche viene testimoniato da parte del responsabile del reparto ustioni del principale ospedale di Gaza in cui si denunciano pazienti, tra cui bambini, ricoverati con ustioni causate da fosforo bianco che non riuscivano a rimarginarsi.E' stabilito a livello internazionale che l'uso ripetuto e indiscriminato del fosforo bianco è un crimine di guerra.

Così come è crimine di guerra il lancio indiscriminato di razzi da parte di Hamas e altri gruppi armati palestinesi che ha causato la morte di diversi civili israeliani.

Amnesty International, si legge nell'appello, chiede alle Nazioni Unite, e in particolare al Consiglio di Sicurezza, di intraprendere azioni immediate per accertare le responsabilità di tutte le parti in conflitto riguardo le violazioni del diritto internazionale. Il Consiglio di Zona 4 faccia propria una proposta verso il Consiglio Comunale affinchè si possa intraprendere un'iniziativa verso il Parlamento italiano e il Governo italiano affinchè si facciano promotori di tale proposta e appello presso le autorità internazionali.

Alessandro Rizzo

Consigliere Lista Uniti con Dario Fo – Gruppo La Sinistra

Consiglio di Zona 4 Milano