.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 26 ospiti collegati
.: Discussione: Eccellenza Milano

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Angelo Giola

:Info Messaggio:
Punteggio: 9
Num.Votanti: 2
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Angelo Giola il 26 Apr 2006 - 17:09
accedi per inviare commenti
 Il futuro è di chi cambia......

la politica dovrebbe promuovere scelte e regole per favorire l'esercizio di un "potere come servizio, non fine a se stesso"; dovrebbe proporre tentativi di umanizzare la politica attiva.
Ben vengano allora iniziative lodevoli come quella di Cesare Saccani di proporre che i candidati sindaci di Milano inseriscano nei propri programmi l'adozione di un modello di riferimento per l'Eccellenza riconosciuto a livello europeo (l' EFQM per intenderci).
Mi rendo conto che parlare di eccellenza significa entrare in un campo minato credo che sia importante però far crescere un sistema che si confronti con la valutazione rispetto a parametri condivisi e confrontabili perchè penso che un Comune che adotti un sistema di governo verso l'eccellenza debba fare riferimento a criteri quali la produzione di ricchezza, la coesione sociale, la qualità ambientale, i tempi di risposta, l'economicità delle gestioni e così via.
Vero è che quando si parla di eccellenza nella gestione di una amministrazione pubblica ci riferiamo ad un'idea di performance amministrativa dove c'è anche il peso di una forte componente politica il cui confine è davvero molto labile: un sindaco politicamente eccellente in quanto benvoluto dai propri cittadini potrebbe avere un risultato amministrativo appena sufficiente.
Credo che proprio per questo un'amministrazione che rispetti il cittadino debba porsi nell'ottica di proporre un programma di governo con obiettivi ancora più sfidanti sviluppando seri piani di valutazione e controllo del proprio operato adottando criteri di misurazione chiari, trasparenti e pubblici.

La mia esperienza è di chi nel proprio ambito operativo, l'Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento, ha intrapreso da anni un percorso orientato al miglioramento continuo che si pone quale obiettivo quello di promuovere l'eccellenza come modello di riferimento per le imprese che intendano valorizzare e non subire i cambiamenti in corso.

angelo giola


































 

In risposta al messaggio di Cesare Saccani inserito il 21 Mar 2006 - 10:55
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]