.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 100 ospiti collegati
.: Discussione: Milano Expo 2015 e le infrastrutture: metropolitane, strade,...

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 3 Nov 2010 - 16:50
accedi per inviare commenti
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

Linea Lilla

Metropolitana, via ai cantieri della M5

Presentato a Palazzo Marino il piano di comunicazione sui lavori per la seconda tratta da Garibaldi a San Siro. Il sindaco Moratti: “Nell’aprile 2015 la M5, che collega la stazione di Zara a quella di San Siro, sarà pronta”



Milano, 3 novembre 2010 – “Oggi è un giorno importante. Annunciamo l’avvio dei cantieri della seconda tratta della M5, da Garibaldi a San Siro. Nell’aprile 2015 la M5, da Zara – San Siro sarà conclusa. I milanesi avranno una nuova linea metropolitana che contribuirà da un lato a potenziare la rete locale in una logica di rafforzamento della mobilità urbana, e dall’altro favorirà la massima salvaguardia dell’ambiente, snellendo il traffico e tutelando la salute dei cittadini”. Così il Sindaco Letizia Moratti è intervenuta, a Palazzo Marino, alla presentazione del piano di comunicazione relativo all’avvio dei lavori della seconda tratta della M5, di colore lilla, che collegherà lo Stadio di San Siro, piazzale Lotto, il nuovo quartiere Fiera Milano City, il Monumentale e Porta Garibaldi, connettendosi alla prima tratta già in costruzione, da Garibaldi a Zara.

Il Comune, insieme con la società Metro 5 SpA, ha messo a punto una campagna di comunicazione per informare puntualmente la cittadinanza sull’esecuzione dei lavori per il completamento della Linea 5: ogni cittadino potrà così sentirsi protagonista delle trasformazioni, dell’ammodernamento e dello sviluppo della città.

“Apriranno tra pochi giorni, il 14 novembre – ha proseguito il Sindaco –, i cantieri per la seconda tratta della M5, che sarà pronta nella primavera del 2015, mentre la prima tratta sarà completata nell’estate 2012. Un investimento importante che contribuirà a colmare il gap infrastrutturale della nostra città e a far crescere Milano in sostenibilità, sviluppo e vivibilità. Per coinvolgere il più possibile i cittadini e limitare al minimo i disagi abbiamo, inoltre, studiato un piano di comunicazione capillare, multicanale, che informerà, passo dopo passo, i milanesi e, in particolare i residenti della zona, sulle evoluzioni dei lavori e sulle modifiche alla viabilità”.

Questi, in sintesi, gli strumenti di comunicazione previsti:
- sito internet dedicato
- distribuzione manuale di 300mila opuscoli mirati di tre tipi:

·        “Come cambia la viabilità durante i lavori per la linea lilla” con dettagli sulla viabilità alternativa nell’area San Siro Stadio – San Siro Ippodromo – Segesta – Lotto. Questo opuscolo verrà distribuito agli incroci dei grandi assi viabilistici nelle vicinanze dei cantieri (via Novara angolo via Harar, piazza Segesta e piazzale Lotto), nelle portinerie/caselle postali delle abitazioni della zona interessate dai lavori, alle fermate dei mezzi pubblici negli orari di punta del mattino e nei mercati comunali;
·        “Il punto sulla linea – guida ai lavori in corso” che, declinato in una versione specifica per ogni singola stazione, sarà distribuito nelle vicinanze di ogni singolo cantiere presso: attività commerciali e di servizio aperte al pubblico; portinerie/caselle postali delle abitazioni presenti; fermate dei mezzi pubblici negli orari di punta del mattino e negli incroci dei grandi assi viabilistici;
·        “Scusate il disagio, ma, sotto sotto, stiamo costruendo il futuro” con illustrate le linee di progetto e gli scenari futuri. Per diffondere in modo capillare su tutto il territorio milanese una conoscenza del progetto in termini generali saranno utilizzati i seguenti canali: sedi Anagrafiche; sportelli Milano Semplice; sedi Consigli di Zona; Urban Center; Centro Informagiovani; scuole comunali; servizi territoriali Servizi Sociali e portinerie degli uffici comunali;


- affissione di manifesti nelle zone interessate dai cantieri;
- arredo delle cesate di cantiere con un aggiornamento sui lavori;
- annunci stampa;
- news nell’area dedicata al Comune di Milano nel Televideo;
- proiezione di spot sugli schermi TV della metropolitana;
- canali di comunicazione ATM;
- radio Rai – radiocomunicato Polizia Locale per l’annuncio delle deviazioni del traffico;
- visite guidate nei siti degli scavi per conoscere da vicino un’opera ingegneristica di tale complessità.

“Grazie alla nuova M5 saremo in grado di offrire un servizio di trasporto pubblico che collegherà la zona nord- est di Milano a quella sud- ovest in meno di 26 minuti – ha dichiarato il Vice Sindaco e Assessore alla Mobilità e Trasporti, Riccardo De Corato – con importanti vantaggi in termini di riduzione del traffico e miglioramento della qualità dell’aria. M5 è una grande opera che permetterà di migliorare la mobilità nella nostra città. Ci scusiamo per i disagi alla circolazione legati all’attività di cantiere, ma a fronte di un periodo in cui la viabilità subirà delle modifiche potremo, in un vicino futuro, beneficiare tutti dei vantaggi della nuova linea”.

“La linea metropolitana 5 da Bignami a San Siro, di color lilla, si estenderà complessivamente per 12, 3 km con 19 fermate e sarà in grado di trasportare circa 60 milioni di passeggeri l’anno”, ha spiegato l’assessore alle Infrastrutture e Lavori Pubblici  Bruno Simini. “Questo prolungamento – ha proseguito - è un importante tassello nel piano di interventi infrastrutturali per lo sviluppo della rete metropolitana milanese: entro 5 anni avremo un raddoppio della rete che arriverà a 140 km contro i poco più dei 70 attuali. Si tratta di uno sviluppo straordinario del sistema di trasporto pubblico – ha concluso Simini - che apre concretamente alla possibilità culturale di abbandonare l’automobile a favore del mezzo pubblico”.

“Il cambiamento di viabilità che partirà dal 21 novembre – ha spiegato l’assessore allo Sport Alan Rizzi – sarà supportato anche attraverso i canali dell’assessorato allo Sport e del Consorzio San Siro 2000 con apposite comunicazioni affinché tutti coloro che si recano abitualmente allo stadio siano adeguatamente informati sui nuovi percorsi e sul potenziamento del servizio pubblico”. “Sempre in tema di viabilità – aggiunge l’assessore Rizzi– è allo studio in collaborazione con la Questura e con Atm una riorganizzazione delle modalità di sosta intorno allo stadio, sia per quanto riguarda le aree parcheggio davanti all’impianto, che in parte saranno occupate dal cantiere, sia per le aree in zone vicine, con particolare riguardo al parcheggio di via Novara - San Romanello. Il nostro obiettivo è sfruttare la presenza del cantiere, che rimarrà aperto per i prossimi quattro anni, per alleggerire la pressione di mezzi privati, auto e pullman, intorno allo stadio. In questo senso abbiamo già deciso di non realizzare un nuovo parcheggio che sarebbe dovuto nascere per compensare l’area tra le vie Patroclo, Tesio e Harar, occupata dal cantiere davanti allo stadio”.

“Questa amministrazione ha già dimostrato di avere tra le sue priorità il verde cittadino: basta ricordare – dichiara l’assessore all’Arredo Urbano, al Decoro e al Verde, Maurizio Cadeo -  il 40% di verde in più a Milano, raggiunto dal 2006 ad oggi. Per questo abbiamo studiato un piano di compensazione con due tipi di interventi  che perseguono il contestuale obiettivo di implementare il verde esistente, garantendo una immediata e maggiore fruizione pubblica di rinnovati spazi e attrezzature ai cittadini residenti negli ambiti di maggiore compromissione, e di compensare il CO2. Gli ambiti di intervento sono 15 e oltre a questi ne saranno poi individuati anche altri dove piantare solo alberi, così da raggiungere l’obiettivo di oltre 3 nuovi alberi, 3,6 per l’esattezza,  per ognuno dei 350 alberi abbattuti, per un totale quindi di oltre 1000 nuovi alberi, per portare avanti il nostro unico obiettivo,  relativo a una concreta qualità urbana”.


Allegato Descrizione Punteggio
M5.zip
6.03 MB
Schede di approfondimento e modifiche alla viabilità 0
Vota l'allegato
In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 19 Gen 2009 - 16:54
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]