.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 70 ospiti collegati
.: Discussione: Casa della Memoria: appello di Palmeri per realizzarla nel 2009

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 29 Gen 2009 - 17:46
accedi per inviare commenti

Dal sito Web del Comune di Milano:

Trentennale omicidio Alessandrini

Una Casa della Memoria per tutte le vittime della violenza

Il Sindaco, celebrando l'anniversario della morte del magistrato ucciso il 29 gennaio 1978 dai terroristi, insieme all’assessore Verga ha presentato il progetto dell'edificio, realizzato dall’architetto Boeri, per custodire il ricordo di coloro che hanno perso la vita per fatti tragici
 
Milano, 29 gennaio 2009 – “Ricordare Alessandrini – ha detto il Sindaco – non significa solo evocare un pezzo di storia milanese e italiana, ma anche gettare le basi per un futuro di impegno contro ogni forma di violenza antidemocratica. Per costruire insieme una identità condivisa”. Con queste parole Letizia Moratti, proprio nel parco che porta il nome Emilio Alessandrini, ha ricordato il magistrato ucciso trent'anni fa a Milano da un commando di Prima Linea.
Il Sindaco, insieme all’assessore alla Casa Gianni Verga e alle associazioni che hanno conquistato la libertà e la democrazia per il Paese, ha presentato la Casa della Memoria, progettata dall’architetto Stefano Boeri. 

La Casa della Memoria, che sorgerà nel quartiere Isola, nel parco che confina con via Confalonieri, accoglierà le sedi e gli archivi delle associazioni partigiane e dei familiari delle vittime del terrorismo e dello stragismo. I lavori inizieranno entro la fine del 2010 per finire nel 2012. All’interno dell’edificio, pensato con una facciata trasparente per dialogare con la città, ogni associazione coinvolta – Anpi, Aned, Insmli, Aiviter e le associazioni dei parenti delle vittime di stragi – avrà un proprio spazio dedicato, insieme ad archivi storici, documentazioni video, una biblioteca, sale consultazione.

“La Casa della Memoria è un progetto condiviso e aperto a tutti i cittadini per farne un vero laboratorio di storia civile milanese – ha proseguito il Sindaco Moratti -  E’ un edificio di grande pregio, che gioca sul valore delle trasparenze rendendo bene il valore della chiarezza storica e del deposito di una memoria corale, a più strati, che mette in comunicazione epoche e fenomeni diversi, tracciando un percorso comune”.

“Sarà una realizzazione importante per Milano - ha  concluso il Sindaco -  perché valorizzerà associazioni che custodiscono la memoria di  fatti tragici ma che, se conosciuti, rappresentano uno stimolo  per le giovani generazioni affinché non si ripetano mai più”.

“Abbiamo scelto il quartiere Isola perché si tratta di un luogo storico di Milano in cui ci sono stati segni tangibili di lutti e di fatti tragici – ha aggiunto l’assessore Verga -  In quella zona, inoltre, già sorge un monumento alla Resistenza vicino alla sede comunale di via Pirelli. Il progetto, di cui l’architetto Boeri ha fornito una suggestione, è da farsi con la collaborazione delle associazioni e del Consiglio di Zona 9. Non sarà un museo statico, ma un luogo della dinamica della cultura della città”.
I lavori per la Casa della Memoria fanno parte delle urbanizzazioni dell’area del quartiere Isola e delle zone limitrofe.
In attesa della realizzazione della Casa della Memoria, il Comune di Milano ha offerto alle associazioni una soluzione provvisoria individuata in una palazzina comunale in via San Marco 49. I locali di due associazioni, infatti, rientrano nel Piano di Valorizzazione e nel Progetto Sedi.

Scheda Casa della Memoria


Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

CASA DELLA MEMORIA. VERGA: “DA SUBITO SEDE PROVVISORIA CONCRETA PER LE ASSOCIAZIONI”

Milano, 29 gennaio 2009 – “Credo che il capogruppo del PD a Palazzo Marino dovrebbe informarsi meglio – ha dichiarato l’assessore alla Casa Gianni Verga in relazione alle dichiarazioni di Pierfrancesco Majorino sulla Casa della Memoria.

“Questa mattina in occasione della commemorazione del magistrato Alessandrini, il Sindaco Letizia Moratti ha ribadito che è stata individuata una soluzione provvisoria per le associazioni in attesa della realizzazione della Casa della Memoria nel quartiere Isola. Già nella riunione di venerdì scorso, il 23 gennaio, con Anpi, Aned, Insmli, Aiviter e le altre associazioni coinvolte era stata prospettata questa opportunità. Vogliamo, infatti, garantire una continuità di attività alle associazioni dei partigiani e delle vittime del terrorismo e dello stragismo”.

“Anzi – ha proseguito Verga – è stata indicata la soluzione concreta nella palazzina comunale di via San Marco 49 e siamo già d’accordo per un sopralluogo con i rappresentanti delle associazioni”.


In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 23 Gen 2009 - 23:08
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]