.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 42 ospiti collegati
.: Discussione: 90mila alberi per Abbado

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Giovanni Gronda

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Giovanni Gronda il 31 Dic 2008 - 11:54
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
fino ad ora le conclusioni che ho tirato fuori erano tutte derivate da due (per me) autorevoli pubblicazioni:
a) quella dell'OMS da cui si evincono i morti per PM10 al giorno
b) l'articolo del Pneumologo sugli effetti nulli (quando non dannosi per l'asma) di nuovi piantumazioni per ridurre il problema delle polveri sottili.

Rispondendo punto a punto:
1) Infrastrutture: il tema delle infrastrutture è un tema grande e OT rispetto a questa discussione a mio avviso. La mia esperienza (ma non sono documentato su questo) mi dice che nel breve periodo una nuova strada fluidifica il traffico e può, in teoria, ridurre le emissioni, ma nel medio e nel lungo periodo dove c'è una nuova strada sorgono sempre (sempre per la mia esperienza di 33enne) nuovi insediamenti e nuovi centri commerciali che richiamano nuove auto e camion. E' questo la (mia) "teoria di infinita saturazione stradale".
2) Abbado: Abbado è libero di sognare anche 1 milione di alberi ma nel suo intervento parlava di "ambiente" riferendosi alla qualità dell'aria. Confermo la mia idea: il problema a Milano è il PM10 (e sottomultipli) e le piante, purtroppo, non agiscono sulle polveri sottili (forse chi creò la terra non si aspettava che raggiungessimo questo grado di inciviltà).
Faccio notare che il nostro Sindaco, nel post successivo di Oliverio, parla di estetica della città riferendosi alla proposta di piantumazione e mai di qualità dell'aria (infatti collega il verde al problema dei writers).
3) Prendo atto
4) Concordo con il rispetto per riumanizzare e rinaturalizzare le cementificate città italiane.
5) Prendo atto e concordo
6) Non so se i PM2,5 siano peggio dei PM10 per l'asma, so che c'è una direttiva europea che impone certi limiti e so che quello che si sta facendo a Milano e (soprattutto) in Lombardia per cercare di non superare quotidianamente questi limiti va addirittura nella direzione opposta.

Buon anno a Lei e a tutti quelli che ci stanno sopportando nella lettura di questi post Wink, Oliverio incluso.

In risposta al messaggio di Enrico Vigo inserito il 31 Dic 2008 - 10:04
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]