.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 140 ospiti collegati
.: Discussione: 90mila alberi per Abbado

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Giovanni Gronda

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Giovanni Gronda il 30 Dic 2008 - 10:40
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

Leggo che il grande direttore d'orchestra Claudio Abbado, da anni "esule" da Milano, è disposto a tornare nella nostra città in cambio di novanta mila alberi piantati a Milano.
Anche Abbado, come molti milanesi fanno da anni rileva le inquietanti condizioni ambientali :"Milano di oggi non è certo un luogo dove si sostiene la cultura. E neanche il resto, date le condizioni di degrado ambientale in cui versa".
Quello che non emerge dall'iniziativa del Direttore è che forse la nostra città non avrebbe difficoltà ad accontentarlo, reperendo probabilmente i soldi per i 90mila alberi dagli "oneri di urbanizzazione" o dagli "scomputi urbanistici" di qualche PII, secondo il collaudato meccanismo del "per piantare verde distruggo altro verde".

Purtroppo, o forse per fortuna, il problema di Milano non è risolvibile con gli alberi: i PM10, che causano 3 morti al giorno solo a Milano (più un numero imprecisato di asmatici), sono riducibili solo emettendone meno, e siccome la maggior fonte di emissione dei PM10 sono i veicoli su gomma, la soluzione è fare esattamente il contrario di quello che si sta facendo oggi a Milano ma anche in Lombardia: ridurre il numero di strade e realizzare ferrovie, in modo che la gente sia incentivata a lasciare l'auto a casa. L'unico provvedimento che va in tal senso, ma che appare una goccia nel mare, è l'ecopass.
 
Forse Abbado si riferiva più al ruolo estetico che hanno gli alberi più che al ruolo sulla salute (che secondo eminenti pneumologi addirittura peggiorerebbero gli effetti dei PM10).

Qui sotto il link all'intervista:
http://www.corriere.it/spettacoli/08_dicembre_30/giuseppina_manin_abbado_e_milano_5bde29ee-d643-11dd-894c-00144f02aabc.shtml