.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 40 ospiti collegati
.: Discussione: Informazioni sulla raccolta dell'umido ?

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Antonella Fachin

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Antonella Fachin il 19 Feb 2010 - 13:32
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Gentile Dottoressa,

nulla AMSA ci ha ancora detto sulla qualità dell'umido raccolto.

Dal momento che le considerazioni da Lei svolte riguardano solo l'aspetto organizzativo, come problema prioritario su cui AMSA sta riflettendo, deduco che dal punto di vista qualitativo l'organico era buono e quindi la sperimentazione è riuscita (altrimenti avreste subito detto il contrario!).

Durante la sperimentazione dell'aprile-novembre scorsi (sì quella da Lei indicata, del resto l'unica affettuata da AMSA a Milano dopo anni) deduco anche che dal punto di vista organizzativo, non vi siano stati disagi e disturbi alla collettività, perchè non ho sentito nessuno lamentarse.

Se AMSA sta valutando gli aspetti organizzativi, deduco infine che sta -molto bene!- valutando l'estensione della sperimentazione ad altre aree della città "a macchia d'olio" oppure a tutta la città!!

Condivido il Suo ragionamento circa il fatto che, separando l'umido dagli altri rifiuti, il sacco nero può essere raccolto dall'AMSA con minore frequenza e quindi vi potrebbe essere una compensazione tra i passaggi di camion AMSA (uno in più per l'umido, uno in meno per il sacco nero).
Il traffico? Se Milano facesse una seria politica sul traffico i camion elettrici/ecologici di AMSA non dovrebbero essere causa di alcun disagio e AMSa non dovrebbe subire il disagio del traffico veicolare per effettuare i suoi percorsi.

Le segnalo, come ho già avuto modo di dire, che anche i cartoni meriterebbero una raccolta differenziata più spinta da parte di AMSA, che si limita a raccogliere solo quello dei grandi produttori: allo stato attuale, però, i ciittadini li tengono separati dagli altri rifiuti e li accatastano di solito vicino al contenitore bianco della carta. AMSA però vorrbbe che i cittadini li consegnassero alla ricicleria.
Delle tre opzioni possibili, AMSA ha scelto quella più conveniente per Sila 2: incenerirli e quindi vanificare lo sforzo dei cittadini.
OPZIONE N. 1:
Se vi fosse l'obbligo di portarli in ricicleria (e alcune zone sono sguarnite di riciclerie di prossimità) allora AMSA dovrebbe MULTARE i condomini che li accatastano vicino al contenitore bianco (così come vengono multati i condomini in cui una rivista viene buttata nel contenitore bianco ancora avvolta dal cellophane).
OPZIONE N. 2:
Se non vi è l'obbligo, in quanto è solo una raccomandazione di AMSA, allora AMSA dovrebbe assicurare ANCHE la raccolta differenziata del cartone e non dovrebbe smaltirlo insieme al sacco nero.
OPZIONE 3:
che ci sia o non ci sia l'obbligo di conferire il cartone alle riciclerie, ad AMSa fa comodo avere un po' di cartone da bruciare insieme ai sacchi neri in Sila 2.

.. risultato?
Milano resta maglia nera (o grigio sporco) nella raccolta differenziata (35% circa), ma a forza di lasciare indietro questo o quel rifiuto (i rifiuti dei mercati vengono tutti smaltiti nel camion dei sacchi neri, tanto non sono una % significativa; i cartoni idem dato che sono un'altra frazione poco significativa e via di questo passo!), AMSA non aumenterà mai la percentuale di raccolta differenziata, nonostante l'impegno dei milanesi.

Cordiali saluti a tutte/i
Antonella Fachin
Consigliera di Zona 3
Capogruppo Uniti con Dario Fo per Milano
Facebook: Antonella Fachin
In risposta al messaggio di Silvia Intra inserito il 18 Feb 2010 - 14:24
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]