.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 77 ospiti collegati
.: Discussione: Binario 21 un museo non solo per gli ebrei

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Alessandro Rizzo

:Info Messaggio:
Punteggio: 5
Num.Votanti: 1
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Alessandro Rizzo il 24 Ott 2008 - 17:25
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Gentile Manuela,
come non condividere le sue parole a testimonianza reale, contro ogni sorta di bieco e strumentale negazionismo, che il fascismo e non solo il nazismo, che è stato generato dal fascismo, ricordiamolo bene, hanno espresso il più brutale e disumano volto sanguinario di repressione e di annientamento di tutto ciò che veniva considerato arbitrariamente diverso e, pertanto, inutile e rifiutabile.
Penso, gentile Manuela, che la questione che lei solleva e che è oltremodo condivisibile, anche perchè le deportazioni, a differenza di chi dice "dittatura benevola" e di certa cinematografia commerciale post moderna che tenta volgarmente di riabilitare il regime fascista tramite il mito insensato e infondato dell'italiano brava persona, hanno coinvolto diverse categorie sociali e generi, tra cui gli omosessuali, i rom e i sinti, gli oppositori politici, molti erano prelevati dalle proprie abitazioni a cui mai faranno ritorno, donne, disabili, bambine e bambini, tanti orfani, i soggetti di patologie mentali, che hanno diritto a essere considerati nella memoria nostra e collettiva che è patrimonio per un futuro di democrazia progressiva e per un futuro umano più sostenibile in cui certa barbarie non si verifichi nuovamente.

Per la questione in merito, che sostengo ampiamente, penso sia già attivato un percorso con la Provincia di Milano per definire un Museo o un luogo della memoria storica che contempli le diverse realtà e organizzazioni che rappresentano le diverse categorie e realtà che furono oggetto di questa ignobile discriminazione e disumana persecuzione, sanguinaria e intollerabile.

La informerò comunque sulla questione. Sono in contatto con il componente della Fondazione della Shoah espresso dalla Provincia di Milano e presumo che sia già in atto un percorso che cerchi di integrare e coinvolgere in questo utile e importante, nonchè fondamentale percorso di memoria condivisa.

Un cordiale saluto
Alessandro Rizzo
Capogruppo Lista Uniti con Dario Fo per Milano
Consiglio di Zona 4 Milano
In risposta al messaggio di Manuela Valletti inserito il 22 Ott 2008 - 17:06
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]