.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 34 ospiti collegati
.: Discussione: Ricordiamo il caro Mario Pria

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Oliverio Gentile

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Oliverio Gentile il 24 Nov 2008 - 22:10
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Dall'Ufficio Stampa del Comune di Milano:

CIVICHE BENEMERENZE. PALMERI: “140 CANDIDATURE A ESAME COMMISSIONE. POSSIBILI RICONOSCIMENTI AD HOC PER ATTI EROICI“

Milano, 24 novembre 2008 – “Sono 140 le candidature all’esame della Commissione per la concessione delle Civiche Benemerenze del 7 dicembre”.
Lo ha detto il Presidente della Commissione e del Consiglio comunale di Milano Manfredi Palmeri, ricordando che le proposte delle onorificenze (Grandi Medaglie d’Oro, Medaglie d’Oro e Attestati) pervenute entro il 21 ottobre scorso saranno valutate al termine della seduta consiliare odierna.

“Dobbiamo sentire tutti una grande responsabilità verso Milano – ha detto Manfredi Palmeri – impegnandoci a rafforzare il valore del più alto riconoscimento per la nostra Amministrazione. Per questo motivo sarebbero utili una neutra attenzione verso tutte le proposte, che ho voluto slegare dai nomi dei proponenti, una condivisione complessiva quasi unanime delle candidature invece della maggioranza semplice prevista dal Regolamento, l’assegnazione di un numero di Benemerenze inferiori alle possibilità regolamentari (30 Medaglie e 40 Attestati) e l’unanimità (anziché la maggioranza dei 4/5) quale requisito fondamentale per la Grande Medaglia”.

In riferimento alle proposte di conferimento per chi è stato artefice di atti di coraggio e di abnegazione civica, il Presidente Palmeri ha aggiunto: “La ricchezza umana di Milano ripropone ogni anno la questione delle forme di encomio per chi compie particolari azioni di generosità e altruismo, anche a rischio della propria vita. Potrebbe essere utile differenziare questi casi da quelli che riguardano un’attività strutturata e strutturale, continuativa nei diversi campi al servizio della città, con una più dettagliata disciplina regolamentare e momenti distinti di assegnazione dei relativi riconoscimenti”.
In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 24 Nov 2008 - 16:21
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]