.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 111 ospiti collegati

.: Eventi

« Ottobre 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

.: Ultimi 5 commenti

.: Il Blog di Roberto Jonghi Lavarini
Martedì, 30 Settembre, 2008 - 11:59

DESTRA PER MILANO aderisce al POPOLO DELLE LIBERTA'

Milano, 30 settembre 2008

 
 
La lista unitaria Destra-Fiamma-Santanchè rappresentava l’ultima, reale e concreta, possibilità di creare una forza politica autonoma, per questo, noi l’abbiamo fortemente e lealmente sostenuta. Ma questa flebile speranza si è definitivamente infranta e frantumata dopo le elezioni politiche, fra miserabili personalismi, penosi litigi e ridicole scissioni. Capitolo chiuso!
 
Dopo una lunga serie di incontri, analisi e consultazioni, prendendo atto dell’attuale scenario politico, nazionale e locale, e delle vigenti leggi elettorali, ho deciso di aderire al nuovo progetto AREA IDENTITARIA (www.areaidentitaria.org) promosso dall’ottimo Camerata Giuliano Castellino (già Segretario della Fiamma Tricolore di Roma) e dalla comunità militante romana di Casa Italia Prati (www.casaditaliaprati.org) Il Comitato DESTRA PER MILANO (da me fondato nel 2000) ha quindi ufficialmente aderito all’Area Identitaria Lombarda coordinata da Matteo “Stizza” Pisoni.
 
La nostra scelta è chiara, netta e definitiva, strategica e politica: partecipare alla costituente del POPOLO DELLE LIBERTA’ con l’auspicio che esso rappresenti veramente una novità rispetto al passato, diventando, come anticipato dai coordinatori nazionali di Forza Italia ed A.N. (On.Dennis Verdini ed On.Ignazio La Russa), un grande partito nazional-popolare di centro-destra, plurale e post-ideologico, dove venga, finalmente, promossa la partecipazione e premiata la meritocrazia.
 
Vogliamo tornare a fare Politica da protagonisti, rimanendo uomini liberi e coerenti, senza complessi di colpa (storici) e di inferiorità (culturale), custodendo le nostre tradizioni, difendendo la nostra libertà di opinione ed espressione, dando a Milano, alla Lombardia ed all’Italia, il nostro piccolo-grande contributo di valori, idee, progetti e militanza.
 
Facciamo nostre le parole del Presidente Silvio Berlusconi:
 
”Basta polemiche, l’antifascismo è una questione del passato, noi guardiamo avanti e lavoriamo per l’Italia”.
 
Noi, almeno, ci vogliamo provare, rimboccandoci le maniche e mettendoci, fin da subito, a lavorare. Solo chi non fa niente, non sbaglia mai! Per questo, anche in questa occasione, ci identifichiamo con il motto del movimento futurista italiano: “Marciare per non marcire”.
 

Avanti, quindi, liberi e coerenti nel PDL, con la fiamma nel cuore!
 

Roberto Jonghi Lavarini

MAr, 30/09/2008 - 13:18 Notizia battuta ora dalla Agenzia AGIMILANO:
Il “Barone Nero” Roberto Jonghi Lavarini, Presidente del Comitato Destra per Milano, ha ufficialmente aderito al Popolo delle Libertà di Silvio Berlusconi e parteciperà alla prima Festa delle Libertà che si terrà, proprio a Milano, nei prossimi giorni.
Roberto Jonghi Lavarini è stato Dirigente Regionale prima di Alleanza Nazionale e poi della Fiamma Tricolore, Presidente di Zona 3 (Porta Venezia) e Candidato alla Presidenza della Provincia di Milano (1,9% pari a 39.000 voti nel 1999). Alle scorse elezioni comunali è risultato secondo dei non eletti come “Indipendente in AN” ed alle ultime politiche si è candidato alla Camera dei Deputati nella Lista Destra-Fiamma-Santanchè. Noto alle cronache milanesi per il suo attivismo e per le sue provocazioni, è stato anche fra i fondatori di Cuore Nero, circolo giovanile di estrema destra. Entra nel PDL con la “benedizione politica” dei suoi vecchi amici On. Ignazio La Russa (Ministro della Difesa) e Piergianni Prosperini (Assessore della Regione Lombardia).
“Da moderato fra gli estremisti tornerò ad essere estremista fra i moderati” questo è stato l’autoironica sintesi di Jonghi che ha aggiunto “Basta polemiche sul passato, noi siamo patrioti futuristi che amano l’Italia. Silvio Berlusconi è un capo carismatico ed il PDL sarà un grande partito nazional-popolare, al quale daremo il nostro piccolo contributo di valori, idee, progetti e militanza”.
Commento di Roberto Jonghi Lavarini inserito Mar, 30/09/2008 17:14
jonghi le cose da dire sarebbero tante.riassumo il tutto in una sola parola:VERGOGNATI.il termine è più futurista di quello che pensi.Ma da una testa come la tua c'è lo si può aspettare,non mi meraviglio,l'hai già dimostrata tante volte la tua antipolitica incoerenza nella speranza di guadagnare una comoda poltrona.ma anche stavolta non ti servirà,rimarrai sempre in fondo nelle graduatorie delle preferenze..che tra l'altro il tuo attuale partito non le vuole!ti saluto ricordandoti che sei nel partito del leader Fini compagno antifascista;avete ancora il coraggio di presentarvi da antifascisti nei cortei del "Presente!" per ricordare Sergio Ramelli,Pedenovi,Borsani......????

Commento di Utente non registrato inserito Ven, 03/10/2008 00:40

un'in bocca al lupo al camerata jonghi e a tutti i militanti dell'AREA IDENTITARIA!

Commento di Utente non registrato inserito Mar, 07/10/2008 15:16

un'in bocca al lupo al camerata jonghi e a tutti i militanti dell'AREA IDENTITARIA!

Commento di Utente non registrato inserito Mar, 07/10/2008 15:16