.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 144 ospiti collegati
.: Discussione: Cancellare Ecopass?

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Antonella Fachin

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Antonella Fachin il 21 Nov 2008 - 17:15
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Articolo tratto da ChaimaMilano di oggi 21 novembre.

Cordiali saluti a tutte/i
Antonella Fachin
Consigliere di Zona 3
Capogruppo Uniti con Dario Fo per Milano
 ------------------------------------------------

MISTERO ECOPASS
A cinque settimane dalla scadenza della sperimentazione ancora nessuna decisione ufficiale, ma a Palazzo Marino si valuta un ampliamento

Nonostante dal Comune promani ottimismo sul futuro dell’Ecopass le certezze sono poche. Scarsi gli incassi, quasi ininfluenti gli effetti sull’inquinamento, in salita da giugno le auto in ingresso nel centro: i numeri dicono che la sperimentazione ha bisogno d’essere quanto meno rivista. I tempi stringono e gli equilibri politici nella maggioranza –come abbiamo scritto un mese fa– fanno propendere per l’ipotesi di un mantenimento dell’ecopass così com’è oggi. Nonostante la sperimentazione scada tra appena cinque settimane per il momento non c’è alcuna decisione ufficiale.
Inutile chiedere all’Assessore alla mobilità, Edoardo Croci, che, sia in occasione del workshop sulle centrali di mobilità in Europa tenutosi mercoledì 19 novembre sia durante la conferenza stampa del giorno dopo durante la quale è stato presentato il bike-sharing, ha dribblato tutte le domande sul futuro del ticket.
Eppure da fonti ben informate trapela l’indiscrezione secondo la quale sono allo studio alcune modifiche: anzitutto l’estensione del pagamento agli euro4, in seguito l’ampliamento dell’area sottoposta al ticket.
Non si tratterebbe di trovate geniali, bensì delle uniche strade percorribili per rendere l’Ecopass efficace.
Le modifiche dovrebbero essere apportate in due tempi: prima l’estensione agli euro4, probabilmente entro la prima metà del 2009. In seguito dovrebbe aprirsi il confronto sull’estensione dell’area. L’intento sembrerebbe quello di procedere, ma con gradualità e cautela, soprattutto per evitare di far pesare l’inasprimento del ticket sulle prossime elezioni provinciali.
Dei due passaggi quello dell’estensione dell’area Ecopass sarà indubbiamente il più spinoso: la maggioranza che sostiene il Sindaco, in primis la Lega, vede come il fumo negli occhi questa ipotesi, ma sia l’Assessore Croci che il Primo cittadino sanno bene che difficilmente si ripeterà il colpo di fortuna dei primi due mesi del 2008, quando una forte e duratura instabilità atmosferica fece sembrare l’Ecopass molto più efficace di quanto in realtà non fosse. Inoltre dal 2010 entreranno in vigore i nuovi limiti europei per le polveri sottili, assai più stringenti di quelli odierni.


Beniamino Piantieri
In risposta al messaggio di Oliverio Gentile inserito il 21 Nov 2008 - 11:56
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]