.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 79 ospiti collegati
.: Discussione: Agosto a Milano:+ gente in città

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Massimo Todisco

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Massimo Todisco il 11 Ago 2008 - 17:10
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

OSSERVATORIO DI MILANO

Via F.Albini 3 20139 Milano tel. O257301721

SECONDO L'OSSERVATORIO DI MILANO NELLA PRIMA SETTIMANA DI AGOSTO RESTANO IN CITTA' 100.000 MILANESI IN PIU' RISPETTO ALL'ANALOGA SETTIMANA DELLO SCORSO ANNO

Secondo l'Osservatorio di Milano un dato sorprendente emerge da un’analisi approfondita della raccolta dei rifiuti solidi urbani nella prima settimana di agosto rispetto all'analoga dello scorso anno.

“L'incremento dei milanesi è di circa 100.000 unità, un dato mai registrato negli ultimi 15 anni -ha dichiarato il Direttore dell'Osservatorio di Milano Massimo Todisco – un dato che testimonia come la crisi economica colpisca in profondità il capoluogo lombardo costringendo molte famiglie a ridurre il periodo di vacanze o addirittura a rinunciarci rifugiandosi magari in gite giornaliere all'Idroscalo o in piscina”.

I dati provenienti dall'AMSA ed elaborati dall'Osservatorio parlano chiaro: l'anno scorso nella prima settimana di agosto sono state raccolte 6.700 tonnellate di sacchi neri (quelli della raccolta indifferenziata). Quest'anno siamo passati a 7600 tonnellate, 1100 in più.

Se si calcola che il consumo giornaliero di rifiuti pro capite è di un 1,5 chilogrammi, di cui un 33% è di differenziata, quello che rimane, cioè più di 1 chilogrammo, che in una settimana diventano 7 chilogrammi, va nella raccolta indifferenziata, quella presa in esame.

Tenendo conto inoltre di un 20% di indifferenziata in più che si registra fra l'ultima settimana di luglio e la prima di agosto, in quanto chi rimane a casa in ferie fa pulizie di cantine, garage, e altro, si comprende come si arrivi a 100.000 presenze in più rispetto allo scorso anno.

Secondo l'Osservatorio questo aumento di presenze rispetto la prima settimana di agosto dello scorso anno è confermato anche da un incremento del fatturato della grande distribuzione che varia dal 7% al 10%.

“Ci auspichiamo che a questo incremento di popolazione -ha dichiarato Massimo Todisco – faccia riscontro un aumento nelle due settimane centrali del mese di presenza di esercizi commerciali aperti di prima necessità, indispensabili per chi resta e non ha vicino un supermercato: ci riferiamo in particolare a panifici, latterie, bar e ristoranti”.

“Purtroppo -ha continuato Todisco – siamo pessimisti a proposito in quanto Milano rispetto a Roma e Torino non ha emesso ordinanze che obbligano questi esercizi a turnare, pena multe salate”.

L'Osservatorio nei prossimi giorni a tal proposito terrà delle conferenze stampa in periferia, a cavallo di Ferragosto, per verificare la presenza di esercizi commerciali aperti e lo stato delle condizioni di vita dei cittadini rimasti a Milano.