.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 75 ospiti collegati
.: Discussione: Un'iniziativa della scuola elementare di Piazza Sicilia

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Paola De Agostini

:Info Messaggio:
Punteggio: 8
Num.Votanti: 2
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Paola De Agostini il 7 Lug 2008 - 13:55
Discussione precedente · Discussione successiva
Il Piedibus è un autobus che va a piedi, è formato da una carovana di bambini che vanno a scuola in gruppo, accompagnati da due adulti, un “autista” davanti e un “controllore” che chiude la fila: si tratta di un progetto nato in Danimarca, attivo da tempo nel Nord Europa e negli Stati Uniti e che recentemente si sta diffondendo anche in Italia.
Da aprile scorso anche la scuola elementare di piazza Sicilia ha aderito a tale iniziativa grazie alla disponibilità di un gruppo di genitori che ha acconsentito ad accompagnare a turno i bambini, contribuendo così ad alleggerire le vie antistanti la scuola dal traffico automobilistico e offrendo loro la possibilità di fare un’esperienza che stimola l’osservazione e il senso dell’orientamento, aumenta la fiducia in se stessi e l’autonomia, sviluppa la conoscenza dell’educazione stradale e – non ultimo – consente di combattere la sedentarietà.
Prima di dare il via a questa iniziativa sono stati distribuiti ai genitori degli alunni oltre 800 questionari da cui è emerso che oltre il 92% dei genitori condivide l’obiettivo di creare dei percorsi sicuri casa – scuola e che solo 12 bambini su 807 vanno a scuola da soli.
Ciò nonostante il 67% degli intervistati lascerebbe andare a scuola i propri figli in gruppo, a condizione di conoscere l’accompagnatore o comunque di aver modo di verificarne l’affidabilità.
Si tratta di un’iniziativa di “cittadinanza attiva” di facile realizzazione che consente di rivendicare i diritti dei nostri bambini e che – attraverso un impegno volto al bene comune – favorisce la creazione di legami di fiducia e reciprocità tra gli abitanti del quartiere, contribuendo a creare le premesse per una maggiore partecipazione civica.
L’iniziativa è stata infatti anche l’occasione di individuare una serie di criticità e di richieste dei residenti della zona per migliorare la vivibilità del quartiere. Speriamo che il Consiglio di Zona e gli Assessori comunali prendano in considerazione le segnalazioni dei residenti e che altre scuole della zona possano seguire l’esempio della scuola elementare Novaro-Ferrucci!
LE PROPOSTE DEI RESIDENTI
  • Realizzazione di piste ciclabili che arrivino in prossimità della scuola (non ne esistono neanche per le scuole medie del quartiere: Mauri e Monteverdi)
  • Realizzazione di una pista ciclabile su Via Washington
  • Possibilità di avere una rastrelliera e lasciare la bici protetta a scuola
  • In via Sacco manca un parcheggio per la sosta temporanea
  • Dissuasori di velocità per gli automobilisti che non fermano la corsa in prossimità della scuola e dell’attraversamento pedonale
  • Eliminazione dei parcheggi sui marciapiedi per dare spazio alle piste ciclabili
  • Parcheggi motorini e auto pagati dagli esercenti in base al fatturato
  • Riqualificazione piazza De Angeli
  • Chiusura al traffico di via Marghera
  • Restituire le aree ora occupare da tavolini di bar e ristorante in favore di piste ciclabili
LE SEGNALAZIONI DI PERICOLOSITA’
  • Mosè Bianchi – Piazza Sicilia: non esistono percorsi sicuri né ciclabili né pedonali
  • Da Romolo Gessi sono sei gli attraversamenti pedonali per raggiungere Piazza Sicilia. In tre di questi non c’è segnaletica adeguata (strisce pedonali)
  • Attraversamento Viale Ranzoni / Piazza Ghirlandaio
  • Doppio attraversamento Via Sanzio / Via Ravizza
  • Mancanza semaforo e vigile tra via Sacco e Piazza Sicilia
  • Settimio Severo angolo Via Washington: le macchine non danno la precedenza ai  pedoni col verde
  • Attraversamento Marghera / Sacco / De Angeli
  • Parcheggi non segnalati in via Sanzio con le macchine che escono su marciapiede
  • Parcheggio in costruzione su via Sardegna
  • Mancanza di semafori tra Pirandello / Washington e alta velocità automobilisti
  • Pericolosità generica delle vie: Marghera, Sacco, Faruffini, Parmigianino, Trivulzio
post pubblicato sul blog www.milano20145.it