.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 81 ospiti collegati
.: Discussione: Centri estivi materne e graduatorie nidi: una vergogna!

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Silvana Poloni

:Info Messaggio:
Punteggio: 10
Num.Votanti: 2
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Silvana Poloni il 23 Giu 2008 - 10:54
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

Buongiorno,
sono la mamma di Camilla e Matilde, due bimbe di 4 anni e 1 anno.
Abbiamo iscritto Camilla al centro estivo, dato che per questioni lavorative né io né mio marito possiamo seguirla nelle prime settimane di luglio. Eppure, ancora stamattina non sappiamo se questo benedetto centro estivo partirà e se Camilla avrà le educatrici che ha avuto tutto l'anno o se il Comune tapperà il buco in qualche modo.
Chiarisco subito: sono totalmente dalla parte delle educatrici rispetto all'agitazione in atto, dopo averle viste lavorare con costanza, entusiasmo, passione e competenza nonostante le condizioni pressoché disastrose d'organico (ma il comune non era attento alle esigenze dei bambini? e perchè, in occasione della malattia di un'educatrice, le restanti si son dovute accollare un maggior numero di bambini perchè non era possibile alcuna sostituzione?).
Il problema, però, per noi permane: dove lasciare Camilla le prime due settimane di luglio? (ringraziando il fatto di avere un lavoro che mi permette di organizzarmi, la seconda metà di luglio starà con la mamma).
E' possibile che un'amministrazione come quella di Milano non riesca ad organizzarsi per tempo, nel rispetto dei diritti delle famiglie ma anche delle professioniste che quotidianamente si prendono cura dei nostri bambini?

Da settimana scorsa, poi, quotidianamente controllo sul sito del Comune: il 12 giugno sarebbero dovute uscire le graduatorie provvisorie degli asili nido.
Ancora oggi, 23 giugno, tutto tace, se si esclude un laconico messaggio che ci informa che le graduatorie saranno pubblicate il prima possibile.
Slittano le provvisorie, slitteranno per ovvie ragioni le definitive, slitterà con ogni probabilità la comunicazione sui tempi e i modi di inserimento.
Quando sapremo
- se i nostri bimbi sono stati ammessi
- quando cominceranno l'inserimento?
nel caso non venga presa, è necessario organizzarsi diversamente.
Una soluzione potrebbe essere quella di preiscriverla a un nido privato, ma chi mi rimborsa la quota versata nel caso venga poi presa? Il Comune di Milano, colpevole di non aver rispettato i tempi?
L'alternativa per noi sarebbe penso una babysitter part time alternata ai nonni (anziani e abbastanza malconci, ma si fa quel che si può), visti i costi proibitivi dei privati, ma anche qui, come si fa? si cerca una persona fidata, in gamba, e la si tiene in stand-by? con che pretese?

Insomma, è una vergogna!
Con Camilla ho pagato più volte la mora sulla retta del nido perchè i bollettini arrivavano in ritardo; solo il cittadino deve pagare per i suoi ritardi?

Alla faccia dell'amministrazione comunale attenta ai bambini e alle famiglie...