.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 97 ospiti collegati
.: Discussione: Perché censire cittadini italiani..solo perché rom?!

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Antonella Fachin

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Antonella Fachin il 29 Ott 2008 - 11:09
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Gentile Sig. Francesco,

insisto sulla domanda: perchè fare delle leggi ad hoc per i ROM?!?

Inoltre cosa vuol dire "avere degli alloggi adeguati"?

Alloggi "adeguati": non deve per forza voler dire vivere in un appartamento al 5° piano di un condominio di 50/100 famiglie che non si conoscono, non si frequentano e, il più delle volte, se si incontrano non si salutano!

Ed è forse un alloggio "adeguato" il bilocale che il proprietario italiano affitta in nero a 20/40 extra-comunitari?!?!?
Dovremmo iniziare ad uscire dall'ipocrisia che gli altri sono brutti e cattivi e noi siamo belli e onesti!
Noi italiani sfruttiamo vergognosamente le povertà degli altri con affitti in nero, lavori in nero e costringendo altri italiani (i lavoratori dipendenti e i pensionati) a pagare tasse elevate perchè molti italiani non pagano le imposte sui redditi, non versano i contributi previdenziali e sanitari ma utilizzano i servizi pubblici: la sanità, la scuola ecc.!

I sassi di Matera sono stati ritenuti a suo tempo la vergogna  della Basilicata e dell'Italia e quindi una intera popolazione è stata spostata in cubicoli dormitorio costruiti nello stile anni '60/'70 di pessima qualità.
Solo in seguito si è compreso quanto l'architettura dei sassi -dichiarati dall'UNESCO patrimonio dell'umanità- fossero in armonia con l'ambiente  e con la natura (v. recupero dell'acqua piovana; v. microclima in estate e in inverno ecc.) e quanto fosse importante la socialità che aveva garantito alle persone che vi abitavano.
Quindi non è detto che si debba tutti vivere nello stesso modo, non è detto che dobbiamo essere tutti omologati: la diversità tende a spaventarci ma è una caratteristica della vita, della natura che va conservata e rispettata.

Ritornando agli alloggi, nonostante quanto sopra, molte famiglie Rom non sono più "nomadi" da varie generazioni e vivrebbero volentieri in appartamenti con acqua corrente e servizi igienici ma -come ha ben rilevato- l'assenza di reali politiche abitative, che invece esistono negli altri paesi europei- fa sì che le persone aventi un reddito basso abbiano gravissime difficoltà a trovare alloggi alla loro portata.
Oggi il comune parla di "housing sociale" ma temo (e purtroppo sono certa di questo!) che le case che saranno costruite non avranno prezzi "popolari" ma prezzi un po' più bassi della media di mercato e quindi andranno incontro solo alle esigenze del ceto medio che in questi anni di speculazione economica e di bassi salari si è impoverito perdendo potere di acquisto.
Di conseguenza, coloro che erano ai margini della società prima (rom, persone socialmente deboli/fragili/ donne sole con figli ecc.) continueranno a rimanere ai margini della società anche adesso, dato che questa società ha saputo (e voluto) creare nuovi poveri, i ceti medi che fanno fatica ad arrivare a fine mese (dato che 1.000 lire sono diventate 1 euro, ma i salari sono rimasti invariati), invece di elevare in dignità i poveri e "diseredati".
C'è stato un appiattimento verso il basso anzichè un miglioramento per tutti!!

Inoltre non è vietato utilizzare i camper e le roulotte, purchè negli spazi consentiti ... ma se gli spazi non si creano -e non si vogliono creare- abbiamo belle pretese come le aveva il lupo della favola di Esopo che, stando in cima alla collina, accusava l'agnello che stava a valle di sporcare l'acqua del torrente che stava bevendo!!!

Quindi, in conclusione sono d'accordo con Lei che ci sono le leggi e vanno rispettate da tutti. I controlli quindi devono essere seri e capillari nei confronti di tutti coloro che, con il loro comportamento da "furbo" fregano il prossimo, ossia tutte le persone oneste e per bene che sono tra gli italiani, tra gli europei (rumeni, polacchi, moldavi, ecc.) tra gli extra-comunitari e anche tra i rom.

Cordiali saluti a tutte/i
Antonella Fachin
Consigliere di Zona 3
Capogruppo Uniti con Dario Fo per Milano
www.lasinistrainzona.it
In risposta al messaggio di Francesco Batocchi inserito il 28 Ott 2008 - 19:36
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]