.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi รจ online

Ci sono attualmente 0 utenti e 30 ospiti collegati
.: Discussione: Lo schifo dei mercati milanesi-monnezza

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Antonella Fachin

:Info Messaggio:
Punteggio: 0
Num.Votanti: 0
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Antonella Fachin il 12 Lug 2010 - 21:09
Leggi la risposta a questo messaggio accedi per inviare commenti
Cara Donatella,
apprezzo la Sua onestà intellettuale che la porta a fare una analisi attenta e "smaliziata".

Anche a mio parere non basta solo esprimere indignazione, ma bisogna trarre delle conclusioni sulla contraddizione tra i proclami dei politici e il loro comportamento e quindi, in vista delle prossime elezioni amministrative, bisogna decidere se:
-  dare ancora fiducia a coloro che in 5 anni non hanno saputo assumere decisioni popolari per i cittadini, ma invise ai detentori di potere (v. commercianti, ambulanti ecc.);
- dare ancora fiducia ai partiti che da 20 anni governano questa città (Forza Italia, AN, ossia l'attuale PDL, Lega e UDC) tenendo presente che il lupo perde il pelo (ossia cambia i politici), ma non il vizio (ossia la visione che ha di Milano).
 
Secondo me -e non lo dico per motivi "di parte", ma da cittadina che dalla indignazione è passata all'impegno socio-politico nell'ambito di una lista civica- è importante valutare non solo la persona, ma anche il contesto partitico in cui essa opera, perchè ogni candidato sindaco o consigliere comunale deve poi fare i conti con i poteri che agiscono all'interno del proprio partito e con i valori di cui si fa portatore.
Quale è la visione reale di città che il PDL e la Lega hanno dimostrato negli anni?
- v. "tolleranza zero, senza se e senza ma" verso gli "ultimi" (v. sgomberi forzate dei Rom in pieno inverno in aree private a spese della collettività), ma liberismo sfrenato e tolleranza verso i "furbi" che rendono invivibile i Navigli, la zona delle Colonne di San Lorenzo o di corso Como;
- speculazione edilizia incontrollata e "squilibrata" e privatizzazione degli spazi pubblici (v. box sotterranei) senza alcun indirizzo di governo della città per poi pretendere la militarizzazione della città ai fini della sicurezza;
- una città a misura di auto (possibilmente SUV) e non a misura di persona, con mezzi di trasporto pubblico moderni, ecologici, diffusi e puntuali;
- delega da parte della cittadinanza intesa come negazione di ogni effettiva partecipazione democratica per non "disturbare il manovratore" ....
- riduzione dei servizi pubblici (asili nidi e scuole materne,tempo pieno nelle scuole elementari;  scuole civiche serali; insegnanti di sostegno per gli alunni disabili; taglio ai fondi per il diritto allo studio ecc.) in favore dei servizi privati per chi se li può permettere;
- eliminazione del difensore civico come istituzione di mediazione tra cittadino e amministrazione;
- riconoscimento più delle amicizie e conoscenze che dei meriti e delle professionalità individuali (v. scelte degli assessori e dei consulenti);
- e.... mi fermo qui, ma altre criticità possono essere elencate (basta consultare le discussioni di questo sito!)

Questa non è la Milano che voglio io!

E delle promesse che ne è stato?
Quale è stata mantenuta?
Ma quindi erano punti fondanti del programma elettorale del PDL o solo "specchietti per le allodole"?

In 20 anni altre città sono diventate più belle, più vivibili... possiamo dire lo stesso di Milano?

Cordiali saluti a tutte/i
Antonella Fachin
Consigliera di Zona 3
Lista civica "Uniti con Dario Fo per Milano"
Facebook: Antonella Fachin
In risposta al messaggio di Donatella Cerioli inserito il 10 Lug 2010 - 14:21
[ risposta precedente] [ torna al messaggio] [risposta successiva ]
[Torna alla lista dei messaggi]