.: Login

Hai dimenticato la password?

.: Newsletter


.: Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 25 ospiti collegati
.: Discussione: Lo schifo dei mercati milanesi-monnezza

Opzioni visualizzazione messaggi

Seleziona la visualizzazione dei messaggi che preferisci e premi "Aggiorna visualizzazione" per attivare i cambiamenti.
:Info Utente:

Enrico Vigo

:Info Messaggio:
Punteggio: 6
Num.Votanti: 2
Quanto condividi questo messaggio?





Inserito da Enrico Vigo il 10 Maggio 2008 - 06:47
Leggi la risposta a questo messaggio Discussione precedente · Discussione successiva

Egregio Presidente MANFREDI PALMERI, Egregi Consiglieri, Signora Sindaco Letizia Moratti, brizzolato e poco attento Assessore all'Ecologia,

i mercati milanesi degli ambulanti sono raccolta indifferenziata e abbandono disordinato dei rifiuti, sfacelo, maleducazione, disordine, tolleranza della Polizia Locale oltre il lecito, immobilismo degli organi competenti (Polizia Locale) in dispregio di civiltà urbana e leggi, troppo disinteresse delle istituzioni.

AMSA che non tenta neppure lontanamente di separare il separabile anche quello più semplice, senza neppure darsi un alibi credibile, perchè tantissima plastica e tantissimo cartone potrebbero essere comunque prelevati con microscopici proattivi accorgimenti almeno der dare oggi un segnale di buona volontà che evidentemente non è nella cultura aziendale dei responsabili pro-tempore.

Ma perche ancora oggi è questo il sozzo presentarsi ai cittadini ed al mondo della Città di Milano?
Con questa bassa cultura ma quali traguardi si vogliono raggiungere? Quelli di essere la città più civile del Corno D'Africa?

Ma dove sono le folkloristiche Ronde Padane dai vistosi fazzoletti verdi
?
Non girano mai tra i letti disfatti del fine mercato dove ci sono esempi di altissima inciviltà milanese?

Deve iniziare quanto prima una fase nuova, un circolo virtuoso teso ad obbligare gli ambulanti al rispetto del mercato, dei cittadini, della città di Milano, bisogna dire basta alla raccolta indifferenziata dei rifiuti che è un sintomo malato di profonda inciviltà. Servono regole, buona volontà e sanzioni per le violazioni.